lunedì, Agosto 15, 2022
30 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Inchiesta sul dottor Bacco: le accuse ai no-vax, gli interessi economici e la Meleam

Da leggere

di LEONARDO FACCO

Definiva i “vaccini acqua di fogna”! Oggi, probabilmente folgorato sulla via di Pregliasco, ha invertito la rotta e non solo si è inoculato, ma si è schierato apertamente sulle posizioni pro-vaccino. La scusa ufficiale della conversione è quella di aver visto un 29enne morire per colpa del Covid, il quale sul suo telefonino “aveva tutti i suoi comizi sui palchi no-vax”, che frequentava solo dopo un lauto compenso però, come ci ha spiegato Paolo Sensini, fondatore del No Paura Day, in un suo scritto pubblicato qualche giorno fa.

Povero Bacco, dice di “aver paura ora, si sente un uomo solo”. Come mai? Forse perchè ha puntato il suo ditino poco credibile contro “gli interessi economici della setta dei no vax”?

Ci vuole una faccia di bronzo per parlare di interessi economici altrui, quando proprio lui, dopo che lo intervistai nel 2020, mi chiamò personalmente per lavorare per Meleam Spa, affinché offrissi i loro servizi al giro di mie conoscenze imprenditoriali. Benché io non fossi interessato, passai – in totale buona fede – alla sua segretaria il nome di un mio parente che era rimasto senza lavoro.

Bacco e Meleam sono un binomio inscindibile e il capitolo Meleam è decisamente interessante per comprendere chi sia, e come si comporta, Pasquale Mario Bacco. Quando gli feci l’intervista (l’originale era su Youtube, ma il mio canale è stato bannato poco dopo), lo presentai come imprenditore e Amministratore delegato della Meleam stessa (sul sito è presentato ancora così). Andando a spulciare i suoi profili social però, si qualifica “solo” come  ricercatore e project manager dell’azienda. Comunque sia, ciò che conta è che qualsiasi cosa facesse o promuovesse Bacco, l’azienda appariva sempre come il suo marchio di riferimento.

Il caso dell’Eretico, l’associazione che ha fondato insieme al magistrato Angelo Giorgianni, è a tal proposito emblematico. Benchè lo stesso Giorgianni (coautore del bellissimo libro “Strage di Stato”), che ho sentito al telefono, avesse esortato lo stesso Bacco ad evitare che i due soggetti venissero affiancati, la società “MEdicina Lavoro e AMbiente” era onnipresente, in tutte le occasioni. Giorgianni mi dice: «Se lei va a vedere i nostri video noterà che da mesi non faccio dirette con lui. Più volte gli si era detto che Meleam era cosa altra rispetto all’Eretico, benchè lui facesse pubblicità a quel marchio ovunque”. Peraltro, lo stesso Giorgianni mi ha confermato che offerte di lavoro come quella rivolta al sottoscritto, Bacco le facesse a moltissime altre persone che gravitavano intorno all’Eretico stesso. Insomma, che lui non avesse interessi suona davvero difficile da credere.

C’è dell’altro comunque. Guardatevi lo screenshot qui a fianco. Il neo-pentito “no vax”, almeno fino al 28 giugno del 2021, si rendeva disponibile a “consulenze, pareri sanitari” ed altro al fine del conseguimento di certificati di esonero e/o differimento alla somministrazione del vaccino, che, così almeno vien da dedurre, a quell’epoca considerava ancora “acqua di fogna”.

A questo punto, le domande che mi balenano in testa sono: ma chi emetteva e firmava gli eventuali certificati di esonero? Bacco in quanto libero professionista? Oppure, lui (o i “colleghi medici”) su carta intestata Meleam, di cui Bacco è consulente? Ancora: Immagino non abbia lavorato gratis il dottor Bacco. Ergo, quanto costavano, a chi ne facesse richiesta, i certificati e/o le consulenze? Quanti sono stati gli esonerati dal vaccino da lui? Sto lavorando per avere delle risposte (a meno che non voglia darmele lui), ma una cosa possiamo affermarla senza timore di smentita: in quanto a interessi economici, ribadisco, il novello Torquemada anti-novax ne aveva da gestire.

In quanto a business c’è di più: se andate a visitare il suo sito personale, che vende direttamente prodotti che lui stesso ha creato, si legge nella pagina dedicata agli integratori: “Ho personalmente curato la realizzazione di questi integratori alimentari. Li uso regolarmente e mi hanno aiutato a superare anche momenti complicati. Li considero dei veri e propri sorsi di salute”.

A seguire una breve lista di alcuni prodotti con i relativi prezzi.

Sui bilanci della Meleam avrò modo di ritornare in futuro, visto che sto chiedendo ad un professionista di darci un’occhiata. Comunque sia, non è difficile intuire che il fatturato dell’azienda è legato in gran parte a servizi che sono conseguenza di normative il cui rispetto è obbligo di legge (come lo stesso Bacco mi confermò quando mi telefonò per offrirmi lavoro): “Antincendio & Antinfortunistica; Assistenza Appalti Pubblici; Cashback; Certificazioni Alimentari; Certificazioni di Qualità; Consulenza Legale; Corsi di Formazione; EiPass; Esposti Cancerogeni; HACCP; Medicina del Lavoro; Medicina dello Sport; Meleam LIVE; Privacy; Sicurezza sul Lavoro; Tutela Ambientale”.

Interessanti e curiose, invece, le polemiche del passato relative all’intenzione di Meleam di acquisire la proprietà di alcune squadre di calcio. Decisamente poco lusinghieri i pareri in merito, vedi qui per il caso del Bari calcio e qui per quello del Torino FC.

Nonostante Bacco e Meleam siano “culo e camicia” (come si usa dire in gergo), l’azienda ha avuto modo, nel gennaio del 2020, di diffidare il suo consulente/dirigente per un’uscita “social” decisamente di cattivo gusto nei confronti di un assessore sardo morto per una fucilata mentre era a caccia di cinghiali.

L’Ufficio legale di Meleam, in merito a questo scivolone, ha emesso un comunicato ufficiale, che potete ancora trovare sul sito, affemando quando segue: “Meleam S.p.A., al di la dei contenuti, ripetiamo condivisibili o meno, si dissocia, da qualsiasi dichiarazione non autorizzata e condivisa e quindi privata del professor Bacco, cosi come di qualsiasi dei propri dipendenti. I contenuti espressi in forma privata dal professor Pasquale Mario Bacco non possono e non devono essere ricondotti, in alcun modo, alla Meleam S.p.A”.

Non è stato difficile dimostrare che l’accusa che il dottor Bacco rivolge ai “no-vax” di essere una “setta con interessi economici” non regge proprio, considerato che il primo ad averne era, ed è, proprio lui, peraltro nel campo della salute e della sanità. Perchè abbia radicalmente cambiato idea (dopo essere andato finanche alla Camera a perorare tesi controcorrente), arrivando addirittura a negare le cure domiciliari, rimane un mezzo mistero, al quale cercheremo di dare risposta. A meno che non ci pensi direttamente il signor Pasquale Mario a fare outing, ma per davvero.

- Advertisement -

Correlati

4 COMMENTS

  1. Forse sul suo sito pasqualebacco.com si può trovare qualcosa di utile. Sembra che i certificati siano stati rilasciati sulla sua stessa carta intestata e non su quella della Meleam. Li firmava lui direttamente, presumo in quanto libero professionista. I certificati costavano ottantacinque euro se emessi sulla base delle cartelle cliniche, in caso di consulenza o visita non saprei. Così come non mi è dato di sapere quante certificazioni abbia prodotto. Il problema è nel termine “esonero” perché la chiosa del nostro era la seguente: “Il presente certificato non esonera dal mantenere le misure di prevenzione. Viene inoltre rilasciato in regime di attività privata e non va quindi confuso con eventuale esenzione rilasciata dal medico di famiglia, vaccinatore o comunque da struttura statale convenzionata.” Oltre tutto, c’era anche una sorta di scadenza dopo pochi mesi. Quel “non esonera” e il “non va confuso con eventuale esenzione” porta il lettore a interpretare il tutto come semplice parere, non certo come un’esenzione vera e propria.

  2. Mi sapeva di corrotto già a guardarlo.
    Ma non volendo, non cercando di dare pregiudizi per non dire che è un falso che sta cercando visibilità dai no vax, non ho giudicato. Poteva essere che c’era qualcosa di valido nelle sue uscite. Invece MERDA.
    Pattume totale. Uno schifoso che ha voluto avere la fama facendo il falso contro il sistema mentre era uno dei più merdosi collusi. Mi sono sempre chiesto ma com’è possibile che questo con sta faccia di criminale si schiera per chi vuole la libertà. E invece avevo ragione. La prima impressione era vera. È un mondo pieno di pattume, criminali ovunque, mediocri, non ci si può fidare di nessuno.
    Poi ha dimostrato che era con il governo, si è fatto pubblicità all’inizio e continua ora in televisione. Prende pure i soldi per vaccinare. Al massimo dell’ottimismo, provando ad esserli, inizialmente diceva davvero quello che pensava e poi si è reso conto che il portafoglio era riempito più dall’altra parte e ci è passato. Ma sto corrotto è stato sempre un parassita della massa di criminali al governo.

  3. A pelle, non mi è mai piaciuto. Mi è sempre apparso artefatto.
    Ora, vediamo coi fatti e i dati di chi si tratta per davvero.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti