giovedì, Settembre 23, 2021
17.3 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Inghilterra, i numeri sono crudi: deceduti con vaccino 402, senza 253!

Da leggere

di FRANCO CAGLIANI

Insomma, vaccini che dovrebbero stimolare i linfociti B a produrre plasmacellule che producono anticorpi quando incontrano l’antigene che ha una proteina Spike con la regione RBD dello strain originario di Wuhan, invece non producono nulla. E siamo al punto che vogliono fare pure i richiami (booster), quando i linfociti B sono proprio quelli che sono dotati di memoria immunologica, che dovrebbe risconoscere anche le varianti dell’antigene per evitare casi severi.

Stanno negando l’essenza della vaccinologia e del funzionamento del sistema immunitario umorale che vanno invece a cercare stimolandolo con i vaccini per acquisire memoria immunologica. E’ l’equivalente di negare un’assioma: un’aporia virologica.

I “vaccinatori folli” smentiscono lo stesso effetto che vogliono indurre, senza riuscirci, con la vaccinazione coatta mascherata dall’uscita dalla vita civile. Il famoso effetto paradosso di cui parlano molti scienziati: ma è così paradossale che è vero.

Ora, anche se supponiamo che i morti siano tra gli anziani, significa comunque che non funziona. L’unica cosa che traspare è che la gente si precipita in ospedale perchè nessuno li cura a casa (la negazione delle cure domiciliari grida vendetta). Dopodiché, bisogna anche vedere se catalogano gli eccessi dei “doppi vaccinati” tutti come ingressi Covid oppure no.

Con l’aumentare della percentuale di vaccinazione aumenteranno (come previsto da Imperical College, LSH&TM e Warwick University in Aprile 2021) anche gli accesi agli ospedali dei “doppi vaccinati” nella fascia di età 50-59 e > di 59 anni, fino a circa 2.500.000 ricoveri, quindi non cambia nulla: se lo sono previsti da soli.

I numeri crudi ci dicono: 402 morti doppi vacinati su 47008 casi, contro 253 morti su 151054 casi. Il vaccino potrebbe essere anche un modo efficace per mandarti al creatore, lo sappiamo, ma sicuramente non è una soluzione, è solo un mezzo politico!

QUI LO STUDIO COMPLETO CON TUTTE LE TABELLE.pdf

- Advertisement -

Correlati

3 COMMENTS

  1. Fabrizioc dovrebbe leggere il combinato disposto di questo articolo con il precedente https://www.miglioverde.eu/ioannidis-fino-a-50-anni-il-covid-19-ha-una-mortalita-inferiore-allinfluenza-stagionale/ assieme agli studi predittivi di Aprile del S.A.G.E.
    Ma soprattutto giustificare lassunto che i vaccinati hanno 5 volte di memo probabilità di morire, che non è giustificato da alcuno studio.
    Se partiamo dallo studio preregistrativo in cui ci sono stati 8 casi gravi nel braccio cieco a placebo, contro 0 casi nel gruppo vax (Pfizer), questi manipolatori dell’analisi statistiche hanno rilevato un’efficacia del 100% sui casi gravi. Senza alcun dato grezzo (età, ovesità, ecc.) questo numero vale ZERO. Così come il fatto che abbiano escluso per motivi etici gli immunocompromessi, i grandi anziani, le gravide, i ragazzi, e i portatori di patologie non ben controllate (solo ipertesi “normali”) non dà alcun valore predittivo rispetto all’utilizzo nel “real world” dove quelli che si ammalano con effetti seri o raramente muoiono, sono le persone più malate. D’altra parte l’età media dei morti è di oltre 81 anni che è la spettanza di vita media della popolazione normale pre-Covid, in cui anche allora morivano bambini, ragazzi, donne e uomini diversamente giovani. La dimostrazione si avrà questo inverno in cui avendo vaccinato probabilmente l’80% di persone moriranno praticamente solo loro come previsto dallo studio predittivo S.A.G.E. E questo dimostrerà (o meno) che qusti vaccini non hanno assolutamente il valore preventivo che i governi credono (o mentono). Un altro aspetto ello studio di Ioannidis, che di fatto conferma il precedente già peer-rewied e pubblicato sul bollettino WHO, è che Ioannidis nell’analisi statistica grezza sull amortalità per fasce d’età, non ha messo in dubbio l’utilizzo dei test (rRT/PCR) che sono stati eseguiti tra i 36 e i 55 cicli in giro per il mondo, con falsi positivi che possono arrivare al 96%. D’altra parte se leggi gli studi pre-registrativi ad esempio di Pfizer, l’avvenuta infezione è stata determinata dalla positività a quattro tipi di tamponi, che se si va a guardare sul sito dei quattro produttori di tamponi sono tra i 40 ed i 44 cicli, oltre a considerare che molte perssone vaccinate con sintomi minori (raffreddore, mal di gola, febbre bassa) nel braccio che avrebbe dovuto essere cieco dei vaccinati non sono state nemmeno testate con questi tamponi farlocchi. Da ultimo ricordo che sono stati abbandonati gli studi pre-registrativi che dovevano essere conclusi nel 2023 (Pfizer) vaccinando anche i componenti del braccio cieco a placebo, o proponendo la vaccinazione vera, per cui non è più nemmeno distinguibile questa asserita maggiore immunità relativa dopo meno di un anno. A nessuno è stato fatto un prelievo con conta linfocitaria e verifica che i linfociti B avessero o avranno la memoria immunologica all’antigene e quindi nullaè mai stato possibile dire sull’avvenuta immunità, se non in alcuni studi sierologici (ospedale Niguarda ad esempio), e che comunque era diretta verso il ceppo originario di Wuhan. Il tutto potrebbe andare avanti in ore di spiegazioni, ma la realtà è che non si conosce nulla dell’asserita efficacia, mentre si sa ad esempio da Abbrignani che già in estate su 250 ricoveri, metà era dei doppi vaccinati. Io sono convinto che in inverno sarà la maggioranza assoluta (come peraktro previsto dal SAGE): certo che se tutti sono vaccinati, invece di pensare che è normale che si ospedalizzano perchè il numero di vaccinati è elevatissimi, viene da pensare che il vaccino è inefficace.

  2. boh…purtroppo sti articoli mi lasciano perplesso. è ovvio che se sopra i 50 hai 10 milioni di vaccinati a 1 milione di vaccinati, se muore il 10 % dei non vaccinati muore un totale di 100 mila persone, mentre se muore solo l’2% dei vaccinati, avrai 200mila persone morte, quindi di più. ma la realtà è che i vaccinati han 5 volte meno probabilità di morire di covid dei non vaccinati (2% contro il 10%).
    Assolutamente daccordo che ognuno fa quel che vuole e che è contro i diritti umani obbligare a vaccinarsi, ma a mio avviso eviterei di massaggiare i dati per fargli dire quello che vogliamo. Il numero di ricoveri poi parla chiaro, per le stesse considerazioni suddette, con una fortussima diminuzione per i vaccinati. un buon esempio che userei / che se adesso obbligano tuo figlio al vaccino, domani magari gli “forzeranno”il lexotan per calmarlo visto che è “iperattivo”…dovrebbe aver presa sulla gente

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

Articoli recenti

error: Content is protected !!