martedì, Gennaio 31, 2023
7.1 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Jesolo (ve), la giunta invita la regione ad attuare la legge 16 sul referendum

Da leggere

jesoloRICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Referendum Indipendenza: la Giunta di Jesolo invita la Regione a dare attuazione alla legge che chiede ai veneti di esprimersi sull’autonomia del Veneto. Il sindaco Zoggia: «Il consiglio comunale ha già dato parere favorevole all’attuazione del referendum come strumento democratico di consultazione che consente di dar voce ai cittadini»

La Giunta di Jesolo ha approvato un ordine del giorno in cui sollecita la Giunta Regionale, il Consiglio Regionale e i Capi gruppo Consiliari di adoperarsi, ciascuno per sua competenza, di dare seguito alla legge regionale n.16 del 19 giugno 2014 che prevede l’indizione del referendum consultivo sull’indipendenza del Veneto.

Il consiglio comunale di Jesolo ha già approvato un ordine del giorno in cui si dichiara favorevole allo svolgimento del referendum, la Giunta, quindi, si aspetta che la Regione avvii le procedure per la convocazione dei comizi elettorali referendari, visto anche che non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico-finanziaria dell’ente comunale stesso. «Chiediamo, come Giunta, che venga solo data attuazione alla legge già approvata – commenta il sindaco Valerio Zoggia – E quindi sollecita l’attuazione di una legge che lo stesso consiglio comunale ha condiviso e votato come strumento democratico di consultazione con i cittadini».

Ufficio Stampa Comune di Jesolo
Raffaele Rosa

- Advertisement -

Correlati

1 COMMENT

  1. Questo è l’articolo completo

    JESOLO. Referendum per l’indipendenza, Jesolo vuole che la Regione dia attuazione alla legge che chiede ai veneti di esprimersi sull’autonomia. Già approvato un ordine del giorno in cui si sollecita la Regione, il Consiglio e i capigruppo di adoperarsi per dare seguito alla legge regionale 16 e il referendum consultivo sull’indipendenza. Il Consiglio di Jesolo ha, infatti, già approvato a suo tempo un ordine del giorno in cui si dichiara favorevole al referendum. Un bel balzo in avanti del sindaco di Jesolo. «Chiediamo venga solo data attuazione alla legge già approvata», dice Zoggia, «e quindi sollecitata l’attuazione di una legge che lo stesso Consiglio comunale ha condiviso e votato come strumento democratico di consultazione con i cittadini».

    Ma gli indipendentisti jesolani sono critici. «Vedere la giunta comunale che invita la Regione a dare attuazione alla legge che chiede ai veneti di esprimersi sull’autonomia del Veneto», dice Fabrizio Dal Col, «è prima una vera presa per i fondelli e poi una grande speculazione elettorale. Anche i sassi sanno che si tratta di una legge regionale controversa, ma ora vogliono rinverdirla per calamitare consenso. A Jesolo, poi, dopo che nel proprio Comune si è celebrato nel 2009 il referendum sull’autodeterminzaione dei popoli. Oggi, gli stessi politici che allora lo contestarono definendolo folclore, ora si ergono a paladini dell’autonomia solo per scopi elettorali, un’autonomia che è già prevista per legge in ogni statuto, e che nulla centra con l’autodeterminazione. I comuni chiedono a Zaia d’indire il referendum solo per un’operazione politico elettorale, Zaia avrebbe potuto indirlo fin dal 2009, ma oggi, temendo l’assenteismo del voto, come il suo collega Maroni in Lombardia si inventa di indire un referendum». (g.ca.)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti

error: Content is protected !!