KURDISTAN INDIPENDENTE: PRONTO UN PROGETTO ACCETTATO ANCHE DAGLI ARABI

di FRANCO CAGLIANI Il premier irakeno ha sempre detto all’indipendenza e sì alla federazione, viceversa Barzani ha sempre affermato il contrario, forte dei sondaggi che davano i kurdi favorevoli al distacco dall’Iraq con percentuali ben oltre il 90%. Ora, pare davvero che il dado sia tratto e il Kurdistan marcia spedito verso la secessione. Pare sia pronta una proposta – con relativa road map – per convincere la comunità internazionale a dire sì arrivare alla divisione dell’Iraq senza scatenare un’altra guerra civile, attraverso uno scambio fra la condivisione delle risorse naturali, il petrolio (Il Kurdistan, che ha un terzo delle riserve di petrolio dell’Iraq) e l’accettazione dell’autodeterminazione dei curdi da parte degli arabi. La tesi è che i curdi non potranno mai essere al sicuro finché non avranno uno Stato indipendente. Perché? Per il fatto che il diritto internazionale tutela appieno solo le nazioni sovrane e il popolo curdo, nel mezzo della guerra civile islamica tra sciiti e sunniti che devasta l’Iraq, non può essere costretto a pagare il prezzo di un…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche FuoriDalMondo