LA DEMOCRAZIA SECONDO LA TRADIZIONE MISES-LIECHTENSTEIN (Ultima Parte)

di ANDREAS KOHL MARTINEZ Tornando al presente, vorrei ora parlare della democrazia, ma non della sua definizione comune e mainstream che il Professor Hoppe ha così elegantemente fatto a pezzi in Democrazia: Il Dio che ha fallito. Vorrei parlarvi di quella ho iniziato a chiamare “Democrazia secondo la tradizione Mises-Liechtenstein.” Questa forma di democrazia non si riferisce alla forma del governo. Invece, una democrazia di questo tipo può essere una monarchia, una teocrazia, o un qualsiasi altro tipo di governo, fin tanto che è democraticamente approvato e quindi legittimato dalle persone che governa, come nel caso del Liechtenstein. Di fatto, un governo democratico non ha necessariamente una legittimazione democratica, per quanto strano questo possa suonare. Questo è il caso della maggior parte delle democrazie rappresentative, che consultano regolarmente i cittadini su chi dovrebbe essere eletto al potere, ma non sull’opportunità o meno di costituire e mantenere il sistema democratico stesso. Invece, questi Stati fanno affidamento su una legittimazione divina, assumendo come un fatto divino che il…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere