L’ISLAM IN EUROPA HA PORTATO SOLO GUERRE E SCHIAVITÙ SU SCALA MAI VISTA

di GUGLIELMO PIOMBINI Riscrivere la storia Da qualche decennio le classi dirigenti europee stanno cercando di riscrivere la storia in senso filo-islamico per convincere gli abitanti del vecchio continente che la “società multiculturale” (un eufemismo per indicare la futura Europa semi-islamizzata) è inevitabile e desiderabile. Un rapporto dell’Unione Europea del 2002 chiedeva di correggere i libri di scuola per ricordare il posto dell’Islam nella cultura europea. In linea con queste direttive, gli orfani del marxismo non perdono occasione per ricordare i fasti della civiltà islamica e i contributi che ha dato alla civiltà europea. Stando a questa vulgata, senza il sapere trasmesso dagli arabi l’Europa non sarebbe mai uscita dall’“epoca buia” del Medioevo. Noi europei abbiamo quindi un debito di riconoscenza nei confronti dei musulmani. Il problema di questi politici e intellettuali progressisti è che desiderano credere nelle virtù dell’Islam con tanto ardore, da scambiare la realtà con la fantasia. Oggi in Occidente si ha una conoscenza dell’Islam paragonabile a quella che si aveva del…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche ControPotere