Lo “scienziato della libertà”: tutte le autonomie speciali vanno cancellate

di REDAZIONE  «Con l’immagine dei rappresentanti del centrodestra lombardo schierati dietro una bandiera del Veneto a chiedere apertamente di essere come la Sicilia, si è manifestato il grado massimo di confusione in cui versano le forze di governo regionale. E purtroppo la campagna elettorale è solo all’inizio». È l’opinione di Roberto Bruni, consigliere della Lombardia per il Patto civico, sulla conferenza stampa di ieri in cui Lista Maroni, Lega nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia hanno esposto la proposta di un referendum per trasformare la Lombardia in una regione a statuto speciale. «Oggi -prosegue Bruni- il tema vero è semmai l’abolizione della specialità di alcune regioni per motivi economici e storici: ciò ha avuto un senso fondativo per la Repubblica, non lo ha più ora e va quindi superato. E invece un tema così serio viene purtroppo dato in pasto alla propaganda elettorale, con le destre alla disperata ricerca di visibilità, schiacciate tra l’antieuropeismo grillino e le riforme a tappe forzate del governo Renzi. La nostra posizione…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche Titalic & Rubrica silenziosa