domenica, Febbraio 5, 2023
8.5 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Lo Stato non deve fare, punto! A nessuna condizione

Da leggere

di ALESSANDRO ROSSI

Non puoi sperare di creare un ordinamento che dice “Il governo non ha potere su di te, a meno che non si verifichino le condizioni X”, e non aspettarti che il governo faccia di tutto per dichiararsi formalmente nella condizione X. Eccovi qualche esempio tipo:

  • “Lo stato non può stampare denaro a rotta di collo a meno che si verifichi una emergenza economica”. E’ la via più veloce per trovarti in formale emergenza economica.
  • “Lo stato non può chiuderti in casa e privarti dei diritti umani a meno che non si verifichi una emergenza sanitaria”. E’ la via più sicura per ritrovarti in formale emergenza sanitaria.
  • “Lo Stato non può arrestarti o perquisirti senza autorizzazione giudiziaria a meno che non vi sia una emergenza terroristica”. E’ la via più sicura per ritrovarti in una formale emergenza terroristica.
  • “Lo Stato non può costringerti a mangiare insetti e a crepare di freddo o a fare eutanasia a meno che non vi sia una emergenza climatica”. E’ la via più sicura per ritrovarti in una formale emergenza climatica.
  • “Lo Stato non può compiere sperimentazione umana sull’uomo a meno che non si trovi in una emergenza sanitaria”. E’ di nuovo la via più sicura per ritrovarsi in una formale emergenza sanitaria.

Dovete rendervi conto che le proposizioni di cui sopra, lo Stato le interpreta “al contrario”.. cioè:

  • “Per poter stampare soldi a rotta di collo devo dichiarare emergenza economica”.
  • “Per poter arrestare la gente senza motivo devo dichiarare emergenza terroristica”.
  • “Per poter fare sperimentazione devo dichiarare emergenza sanitaria”.

E quindi per forza di cose lo Stato si concentrerà sul come ottenere potere (FINE) secondo le regole di cui sopra (MEZZI). Quella roba che ci illudiamo di precludergli con gli “A MENO CHE”, sono ESATTAMENTE i Fini che ha ogni politico: “Più soldi, più potere”. PERMETTENDO LORO DI FARLO, a determinate condizioni, si spinge semplicemente tutto l’apparato politico a dichiarare quelle determinate condizioni come valide.

Questo discorso, spesso è ostico da comprendere pure nel campo dei liberali, che tendono pericolosamente a fare eccezioni. La più squallida, recente, la conosciamo bene.
Ma lo stesso discorso vale in tempo di guerra.

Se lo Stato riceve PIU’ POTERE in tempo di guerra, sarà naturalmente spinto a fare la Guerra. Quindi pure “Lo Stato non deve introdurre la coscrizione obbligatoria a meno che non si verifichi una guerra”, è ugualmente sbagliato.  In realtà tutti i limiti che vanno imposti allo Stato non devono avere alcuna clausola di “A MENO CHE”.

“Lo stato non può stampare denaro”.  Fine. 
“Lo stato non può chiuderti in casa” . Fine.
“Lo stato non può costringerti a non scaldarti”. Fine.
“Lo stato non può arrestarti senza motivo”. Fine.

Inoltre, un supposto “stato emergenziale” deve corrispondere a MENO POTERE per il corpo politico. Primo, perché se siamo finiti in emergenza è sicuramente colpa della politica. Secondo, perché se perdono potere, non dichiarano lo stato di emergenza.

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti

error: Content is protected !!