domenica, Giugno 16, 2024
17.3 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Lombardia, ben venga la rivitalizzazione della nostra lingua

Da leggere

proLombardia IndipendenzaRICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Come già noto a gran parte dell’opinione pubblica lombarda, La Regione Lombardia ha approvato, in merito alle nuove politiche di tutela della cultura, la salvaguardia della lingua lombarda, riconoscendola come lingua regionale.

In attesa del testo effettivo di questa legge, possiamo già fare qualche considerazione su quanto avvenuto. Per una volta, la Lega Nord ed il centrodestra italiano hanno fatto qualcosa di buono. Si sono prodigati davvero per la nostra cultura e per la difesa della nostra lingua.

Permettendomi una battuta, grazie a questo contributo la media realizzativa della Lega Nord si impenna a 1 risultato ottenuto ogni 25 anni di attività politica. Ma per quanto sia doveroso criticare aspramente il loro operato quando meritano tali critiche, in questo caso è corretto ed onesto intellettualmente togliersi il cappello di fronte ad uno sforzo politico importante. Non solo la lingua lombarda è stata riconosciuta, ma in questo caso la Regione Lombardia ha deciso di avvalersi del contributo di numerosi esperti e linguisti che si occupano di rivitalizzazione linguistica. Ha deciso di collaborare con chi di certo la pensa diversamente da loro ma che ha un obiettivo comune.

L’approccio maturo e organico alla salvaguardia della lingua lombarda ha fatto sì che anche le opposizioni si astenessero durante il voto, senza votare contro. Sapere che in consiglio regionale nessuno si è opposto alla salvaguardia della lingua lombarda, sebbene siano arrivate critiche alla proposta, è un risultato che fino a qualche anno fa sarebbe stato impensabile. Per una volta: bravi tutti. Resta molto da fare. Dobbiamo lavorare affinché una politica di rivitalizzazione linguistica venga davvero attuata. Ma è anche giusto osservare il buon risultato, sapendo che è merito anche di chi, da anni, cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza e dignità della nostra lingua.

Emm faa vun pass innanz, e anca se ghe ne resten an’mò cent , domà per incoe podom vardàgh indree e fa on bel sorris.

Juri Orsi
portavoce di pro Lombardia Indipendenza

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti