MADURO, ILLEGITTIMO: NESSUNO RICONOSCE LA SUA NUOVA ELEZIONE

di MARIETTO CERNEAZ La comunità internazionale dichiara illegittimi i piani del presidente Nicolás Maduro, che il 10 gennaio prossimo dovrebbe giurare per un nuovo mandato presidenziale, ma gli esperti avvertono che per uscire dalla crisi assoluta che ha coinvolto il Venezuela serve molto più della solita sequela di parole di condanna. Secondo gli esperti, è giunto il momento di sospendere gli acquisti di petrolio dal Venezuela e di interrompere definitivamente le relazioni diplomatiche con il regime bolivariano. “Nicolás Maduro deve essere totalmente isolato, deve essere soffocato; non c’è altro modo”, ha commentato l’ex ministro degli esteri venezuelano Asdrúbal Aguiar di New York. “Ci devono essere misure internazionali serie e severe, non possono essere semplicemente misure «cosmetiche» a livello internazionale”. Intanto il Gruppo Lima – un’organizzazione che riunisce alcuni dei più grandi paesi dell’America Latina (Argentina, Brasil, Canadá, Chile, Colombia, Costa Rica, Guatemala, Guyana, Honduras, México, Panamá, Paraguay, Perú y Santa Lucía, il Messico non ha partecipato, forse per via dello scandalo dei viveri venduti al governo…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo