PARTE DA TORINO LA SOLIDARIETÀ COL POPOLO CATALANO

di REDAZIONE Gli autonomisti del Piemonte si mobilitano a favore del diritto all’autodeterminazione dei catalani. Sabato scorso la fitta nevicata non ha impedito il buon successo della tavola rotorna sui rapporti Catalogna-Piemonte organizzata dalla Associazione culturale “NòstreReis” con la presidenza di Vera Berolino e l’introduzione di Silvano Straneo. L’intervento principale é stato quello di Roberto Gremmo fondatore ne 1973 della rivista “Informazione Catalana” che ha messo in luce le tre ‘drolerìe’ (bizzarrie) della recente vicenda catalana. L’ONU infatti riconosce come stato membro un Paese che ha per lingua ufficiale quella catalana, ma é solo il Principato di Andorra, non la nazione di Barcellona. L’Unione Europea chiede alla Serbia di riconoscere l’indipendenza conquistata con le armi dal Kossovo ma si rifiuta di prendere atto della pacifica richiesta di sovranità dei Catalani. In tutta Eurora cala spaventosamente il numero dei votanti e in Catalogna dove migliaia di persone vogliono esprimere il proprio suffragio, gli elettori vengono manganellati violentemente. Le bizzarrie di questa realtà, ha concluso Gremmo, rivelano una…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Rubriche Indipendenze