sabato, Maggio 18, 2024
22.1 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Per ghedini stressato vacanze al b.b.b. (berlusca’s bed & breakfast)

Da leggere

di PONGO

Povero Ghedini, chi vorrebbe essere nei panni del deluso, disorientato, avvilito, confuso, smarrito e svuotato avvocato  Niccolò Ghedini?  Lasciamo per un attimo gli aspetti materiali, è chiaro che essere l’avvocato di Silvio Berlusconi garantisce notevoli guadagni ma ci sono anche altre cose che  contano  nella vita. Non sarà una caso se negli ultimi mesi a Ghedini è stato aggiunto un nuovo avvocato, Franco Coppi,  una grande carriera con prestigiosi clienti, che è andato a sostituire Piero Longo e prima ancora Gaetano Pecorella  mentre la lista dei legali del Cavaliere continua ad allungarsi. Certo che si allunga, è una specie di “turn over” perché proteggere Berlusconi è una fatica sempre più  disumana e sono necessarie  continue sostituzioni.

L’unico però  ad essere sempre presente in campo è solo lui, Niccolò Ghedini, mai sostituito! Ma a questo punto, diciamo la verità, il poveretto  non ce la fa più e infatti da qualche settimana, dopo la condanna-cassazione non si è più visto e sentito in giro, a differenza di Franco Coppi che abbozza ancora qualche petardino da far scoppiare. D’altronde Berlusconi al Ghedini  vuole sempre bene, ora ed in passato : infatti venne in contatto con il Cavaliere verso metà degli anni ’90   proprio tramite Pecorella,  collega un po’ più anziano di lui e Silvio lo volle subito come legale personale. Chissà perché? Forse perché nel passato della carriera di Ghedini ci fu la difesa di Marco Furlan, uno che si firmava “Ludwig” e faceva parte negli anni ’80 di una coppia di serial killers. In ogni caso l’amore di Berlusconi per Ghedini salì alle stelle, manco fosse una escort, ed oltre a volerlo immediatamente come Suo avvocato personale lo fece eleggere alla Camera dei deputati nel 2001 nelle file di Forza Italia, nel 2006 al Senato, nel 2008 ancora alla camera e nuovamente nel 2013 al Senato, un saltello di qua ed un saltello di là, ma comunque sempre eletto in Parlamento proprio come abitualmente fa Silvio con puttane e showgirls,  questa volta, stranamente,  per un avvocato. E se non fosse stato per il Cavaliere che ce ne fregava de meno di eleggere Ghedini… ( tra l’altro con una faccia e un sorriso talmente brutti e per nulla fotogenici,  serio problema per un avvocato. Un personaggio forse adatto  per film tipo “Frankenstein Junior”).

In ogni caso  lavorare come difensore di Berlusconi è talmente duro, una tale agonia, un impegno incredibile e indescrivibile che per far fronte a una mole immensa di attività  il buon Niccolò Ghedini si è distinto  per essere  il secondo parlamentare più assenteista, con un tasso di assenteismo pari al 77%. Anzi,  particolari schemi che illustrano l’operosità di deputati e senatori italiani nelle ultime legislature, segnalano che  il buon Niccolò è  il parlamentare meno produttivo, ormai da 12 anni. Immagino però pagato come gli altri  ma  per Silvio è un avvocato superlativo.  Cerchiamo però  di capirlo : al momento attuale non ce la fa più! Sono più di 15 anni che Ghedini è avvocato personale di Berlusconi e chiunque sarebbe già schiattato  da tempo. L’ha detto chiaramente lui stesso, prima della sentenza : “Questo processo è il mio incubo notturno!” Figuriamoci ora, dopo che l’han perso !

Una vacanza-lampo! Ghedini si è concesso ora una vacanza-lampo, all’estero dove per altro Berlusconi non lo può raggiungere senza  passaporto. Ma è tale il rapporto di affetto tra i due che Ghedini, all’ultimo momento, ha scelto un B. B. B ovvero un Berlusconi’s Bed  & Breafast. Non si sa in quale parte del mondo, forse a villa Antigua nei Caraibi….. Quante ville ha il Cavaliere? In Italia almeno 8-9 ( villa S.Martini ad Arcore, villa Certosa a Porto Rotondo, villa Campari a Lesa lago Maggiore, palazzo Pisani Moretta a Venezia, palazzo Grazioli a Roma, a Lampedusa villa Due Palme, ecc.) e  all’estero chissà quante altre, sono anche più depistabili, credo ne abbia una alle Bermuda e poi chissà dove…..  Ghedini è là, solo, e si sta lentamente disintossicando. Infatti nonostante la solitudine è come se fosse in una comunità di recupero. Piange per qualche ora al giorno…. ma con pazienza,  lo fa sempre meno. Non risponde al telefono, ogni tanto per distrarsi si fa un giretto sull’ elicotterino a disposizione,  per rilassarsi guardando il panorama sul mari caraibici ( infatti il B. B. B. ha un piccolo eliporto. Certo,  il soggiorno costa tantissimo ma Ghedini ormai è molto ricco, con tutti i processi di Silvio!).  Volendo ci sarebbero escorts disponibili ma l’avvocato  è in un periodo di digiuno assoluto,  e avverte  un filo di speranza per una nuova vita,… ricominciare da capo, ….come tanto tempo fa fece anche  S.Francesco.  C’è un unico problemino: dopo sue approfondite letture in solitudine e meditazione,  ma non sa come confidarsi con  Silvio Berlusconi… da qualche settimana ha iniziato ad apprezzare… il Movimento 5 Stelle di Grillo.

Correlati

1 COMMENT

  1. Il giorno che verrà a mancare B. sarete morti!
    Culturalmente parlando è l’unico argomento di cui disponete.
    Di tutti i problemi dei C.S.(Cittadini Semplici) non ve ne importa un fico secco, anche perchè, quasi sicuramente, siete incapaci a risolverli, come è regolarmente successo in 40 paesi, quaranta che avede economicamente mandato in malora.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti