QUELL’IDEA DI PATRIA CHE È LA NEGAZIONE DELLE LIBERTÀ INDIVIDUALI

di JUAN BAUTISTA ALBERDI* Una delle radici più profonde delle nostre tirannie moderne in Sud America è dovuta alla nozione greco-romana di patriottismo e patria, che dobbiamo alla classica educazione media che le nostre università hanno copiato dalla Francia. La Patria, intesa dai Greci e dai Romani, era essenziale e radicalmente opposta a ciò che intendiamo come tale nei nostri tempi e nelle nostre società moderne. Era un’istituzione di origine e carattere religioso e santo, equivalente a ciò che la Chiesa è oggi, per non dire più santa di quanto lo sia oggi, perché era l’associazione di anime, di persone e degli interessi dei suoi membri. Il suo potere era onnipotente e senza limiti rispetto agli individui di cui era composto. La Patria, così intesa, era e doveva essere la negazione della libertà individuale, ovvero la cifra rispetto alla quale tutte le società moderne che si dicono libere dovrebbero confrontarsi. Il singolo uomo doveva tutto alla Patria; doveva la sua anima, la sua persona, la…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere