domenica, Agosto 7, 2022
28.7 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Referendum indipendenza del veneto, morosin alla corte costituzionale

Da leggere

morosindi REDAZIONE

Martedì 28 aprile interverrà, in solitaria, ad opponendum, davanti alla Corte Costituzionale, in nome e per conto di Indipendenza Veneta, di cui è candidato governatore alle Regionali del 31 maggio. Tra un appuntamento elettorale e l’altro l’avvocato Alessio Morosin parteciperà all’udienza, di fronte alla Consulta, in cui si discuterà la questione di legittimità costituzionale, sollevata l’8 agosto 2014 dal governo Renzi (su proposta dell’ex ministro degli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta), delle leggi regionali 15/2014 e 16/2014. Le due normative prevedono, rispettivamente, l’indizione di referendum consultivi sull’autonomia e sull’indipendenza del Veneto.

L’avvocatura dello Stato sarà rappresentata da Gian Paolo Polizzi; per la Regione Veneto interverranno il responsabile dell’Avvocatura regionale Ezio Zanon e gli avvocati Ivone Cacciavillani e Mario Bertolissi.

Ricordiamo che la legge regionale 15/2014 autorizza il presidente della giunta regionale del Veneto ad instaurare con il Governo «un negoziato volto a definire il contenuto di un referendum consultivo finalizzato a conoscere la volontà degli elettori del Veneto circa il conseguimento di ulteriori forme di autonoma della Regione». Qualora il negoziato non giunga a buon fine, il presidente della Giunta veneta è autorizzato ad indire un referendum consultivo per conoscere la volontà degli elettori. La legge 16 prevede invece l’indizione di un referendum sull’indipedenza. Per Morosin «c’è un difetto di giurisdizione; il referendum sull’autodeterminazione dei popoli non è di competenza della Corte Costituzionale, che non può esprimersi su argomenti di diritto costitituzionale».

TRATTO DA QUI

- Advertisement -

Correlati

2 COMMENTS

  1. Bene, si stringe il cerchio… ma attenzione Alessio Morosin, che in italia la legge si applica contro il nemico e mai contro l’amico. A dir poco siamo in uno stato di stampo mafioso per cui le trappole sono su tutto e in tutto, ovunque…
    Auguri vivissimi..!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti