martedì, Agosto 9, 2022
23.9 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Renzi, l’eccesso di boria che lo rende ridicolo

Da leggere

Matteo-Renzidi MATTEO CORSINI

“La nostra battaglia è affinché cambi la politica economica europea, una sfida sulla quale il semestre di presidenza italiana qualcosa ha fatto: la possibilità di avere maggiore liquidità nel sistema, la flessibilità, il cambio di strategia che ha portato il dollaro ad avere un maggiore apprezzamento rispetto all’euro sono cose molto importanti per le nostre aziende”. La tendenza ad attribuire a se stessi meriti che non si hanno è tipica di qualunque capo di governo e Renzi non fa certo eccezione.

Su quelle che il presidente del Consiglio considera “cose molto importanti per le nostre aziende” – per esempio poter fare più deficit e nuove inondazioni di denaro creato dal nulla da parte della Bce, volte anche a indebolire l’euro – si potrebbe anche sostenere che i benefici non siano poi indiscutibili. Henry Hazlitt, che suppongo Renzi non abbia mai neppure sentito nominare, osserverebbe che i provvedimenti di politica economica dovrebbero essere valutati non solo per gli effetti di breve periodo e su un ristretto gruppo di soggetti, bensì considerando gli effetti di lungo periodo per l’intero sistema economico.

Ma non è su questo che vorrei soffermarmi, quanto sul fatto che Renzi si intesti la paternità di eventi che non sono oggettivamente ascrivibili all’azione del governo italiano durante lo scorso semestre europeo.

Sulla cosiddetta “flessibilità” (un eufemismo per dire che si può fare un po’ più di deficit) probabilmente Renzi ha ragione, ma sopravvaluta molto se stesso se ritiene che le decisioni della Bce in merito alla politica monetaria e l’andamento dei cambi sul mercato valutario siano stati influenzati dalla presidenza italiana dell’unione europea.

Capisco che il fatto che in Italia buona parte dei mezzi di informazione lo consideri un incrocio tra una sorta di divinità e superman possa aver aumentato il suo già enorme (e a mio parere del tutto fuori luogo) narcisismo. Però ogni eccesso porta con sé il ridicolo, e credo che Renzi (anche) in questo caso abbia ecceduto.

- Advertisement -

Correlati

1 COMMENT

  1. Renzi é un caso particolare da studiare per la sua somiglianza a Mugabe sbiancato.
    Quando si arriva al Potere, la persona diventa bella, intelligente, caritatevole, eccezzionale, poi col passare del tempo e i danni compiuti, il personaggio si sgonfia e finisce nel paniere della carta straccia. Il nostro Paese é ricco di personaggi del genere usati dal Potere superiore che risiede nelle Cupole e poi gettanti in pasto ai biforcuti.
    Anthony Ceresa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti