IO ODIO LO STATO!

di LEONARDO FACCO* Odio lo Stato e gli statalisti. Ne ho abbastanza di leggere articoli scritti da zecche che osservano chi produce ricchezza agitarsi nei capannoni o dietro ad un registratore di cassa, con le loro lenti distopiche: laddove brulica una vita che le zecche non vivono, così come non la vivono tanti giornalisti e…

di ALESSANDRO MORANDINI Il referendum per l’autonomia del Veneto potrebbe rivelarsi, a dispetto delle aspettative degli stessi promotori, un’iniziativa destinata a procurare effetti molto importanti; molto più importanti di quelli procurati dall’analogo referendum lombardo. I territori in cui si celebreranno i referendum presentano differenze specifiche e decisive: in Lombardia l’attività politica indipendentista appare marginale, in…

di PAOLO MARINI Mentre l’evoluzione tecnologica apre (controverse) prospettive di ‘democrazia capillare’, sempre più si dischiude – all’opposto – la questione della effettiva natura degli ordinamenti statuali dei Paesi cosiddetti ‘democratici’. La democrazia intesa come governo del popolo (anche se è preferibile parlare di cittadini) è già un mito irrealizzato, per i limiti fisiologici evidenziati…

di LEONARDO FACCO L’Estate è una stagione che incentiva il crimine. Non ci credete? Andiamo per gradi e partiamo dalla notizia più recente, raccontata dal quotidiano Il Tirreno: “Giuseppe Ranaudo, un maître d’hotel, ha lasciato la Mercedes Classe C parcheggiata sotto casa, a Montecatini (Pistoia), con il finestrino posteriore destro aperto, e si è ritrovato…

LA VENETIA DI HUGO von HOFFMAINSTHAL? SUBLIME!

di POALO BERNARDINI Non mancano i pretesti per riprendere in mano le pagine – almeno quelle disponibili a chi non conosca il tedesco o pur conoscendolo non possieda i 38 bellissimi volumi dei suoi Opera omnia – che a Venezia e al Veneto dedicò uno dei maggiori scrittori austriaci, e si potrebbe ben dire universali,…

di DIEGO GABUTTI Contro la globalizzazione, il mostro che fa «buh» ai popoli e alle anime belle nella Notte di Halloween della sociologia chic, sono scesi ormai in campo tutti quanti: no global in tuta bianca e nera, pacifisti, vegetariani, disobbedienti, difensori delle «culture multiple» e delle «identità irriducibili», fieri oppositori della «cultura indifferenziata» e…

di REDAZIONE Le analisi degli economisti seguono le mode? I fuochisti della vaporiera, che Sergio Ricossa scrisse nel 1978, è un viaggio alla scoperta delle principali tendenze succedutesi nel secolo scorso: da quella “liberale” a quella “eurocomunista”, passando per quelle “keynesiana”, “della programmazione” e “sindacale”. Il libro passa in rassegna gli entusiasmi, più o meno…

di GIANFRANCESCO RUGGERI Sabato 10 giugno 2017, Tg 3 Regione Lombardia, ore 14.00, servizio da Laglio, lago di Como. È prossimo l’arrivo di George Clooney con consorte e gemellini appena nati, come tutti gli anni il sindaco emette l’ordinanza anti paparazzi e come tutti gli anni Tv e giornali segnalano l’evento come se fosse una…

di PAOLO L. BERNARDINI Il senso di isolamento che un pensatore liberale prova viene temperato soltanto dalla constatazione che al mondo egli non è solo. Ma viene da pensare che se anche non è solo, la compagnia in cui si trova è davvero esigua, a ben vedere. Pochi ma buoni, o forse, pochissimi e ottimi.…

di LEONARDO FACCO Quando lessi, prima di pubblicarlo come editore, il libro “Abbasso la Democrazia” di H. H. Hoppe, rimasi folgorato dalla forza di quelle idee, ma soprattutto dal rigore teorico che le sorreggeva. A quei tempi, non ero certo un anarco-capitalista “maturo”, ma ero un libertario “in divenire”, nel senso che compresi che ne…

di CHARLIE PAPINI Robert Anson Heinlein ammoniva: “Una generazione che ignora la storia non ha passato… né futuro”. L’America, ahinoi patria del politicamente corretto, sta cancellando i simboli di un’epoca in cui una parte del paese aveva scelto di lasciare l’Unione per percorrere un’altra strada. La guerra di secessione americana non piace ai demo-repubblicani contemporanei.…

di FIORENZO PIEROBON Pereppepe, pereppe, tutti in marcia e vai di parata militare in quel di Roma. Oggi, lorsignori festeggiano la Repubblica, quella che ieri è nata da un referendum imbrogliato e che oggi miete vittime a suon crisi. Pereppeppe, la Repubblica deve essere omaggiata, nonostante tutto. Il patriottismo nazionalista è una brutta malattia, ma…

IL NOSTRO È IL TEMPO DELLA MENZOGNA

di ENZO TRENTIN Le università fanno a gara per sfornare laureati in scienze della comunicazione, segno che l’informazione è qualcosa di molto complesso e “malleabile”. Lo è sempre stata in verità, ma in questi ultimi anni si stanno raggiungendo soglie incredibili. Un esempio tra i tanti: ci sarebbe qualche difficoltà a definire «attacco terroristico» un…

IN DIFESA DELLA LIBERTÀ DI PENSIERO: NON CHIUDETE LA CEU!

di PAOLO L. BERNARDINI Si è molto parlato, anche sulla stampa italiana, della (probabile, non ancora certa) chiusura della Central European University di Budapest. Il motivo risale in contese, immagino di natura personale (ma poi rivestite da stampa e dagli stessi contendenti da motivazioni ideologiche), tra George Soros, il magnate americano di origine ungherese, e…

di REDAZIONE TASSE ED EVASIONE: LA SCUSA DELL’EVASIONE PER MANTENERE TASSE SEMPRE PIU’ ELEVATE. LA REALTA’ E’ BEN PIU’ COMPLESSA E I DATI NON SONO SEMPRE TRASPARENTI 08 GIUGNO 2017 ORE 18:30 – PRESENTAZIONE DEL LIBRO: ELOGIO DELL’EVASORE di Leonardo Facco: Una provocazione alla realtà mistificata e nascosta Risponderanno alle domande e ci relazioneranno: LEONARDO…

DEMOCRATIZZIAMO LA DEMOCRAZIA

DI ENZO TRENTIN C’è un pensiero dei nativi americani che suona così: «Nature has no tree so foolish that it’s branches fight amongst themselves» (La Natura non dispone di alberi così stolti i cui rami combattono fra loro stessi). Ciò nonostante la democrazia del “Belpaese” consiste nello scegliere i dittatori, dopo che hanno detto agli…

CHOICE, LA GIUSTA SCELTA PER CAPIRE L’AZIONE UMANA DI MISES

di CHARLIE PAPINI Con un bel saggio, Lucas M. Engelhardt ha sintetizzato quanto di buono c’è scritto in  Choice: Cooperation, Enterprise, and Human Action, il libro di Robert P. Murphy che dà al lettore una gran bella sintesi del trattato economico per antonomasia di Ludwig von Mises. Murphy di economia Austriaca ne mastica e da…

  di ALESSANDRO MORANDINI Perché il referendum è importante? Nel giudicare il referendum per l’autonomia del Veneto promosso dal governatore Luca Zaia molti indipendentisti prendono giustamente in considerazione gli effetti giuridici della consultazione, la vaghezza della proposta, la complessità del percorso, le reazioni dello stato italiano, le coincidenze con gli interessi elettorali della Lega Nord.…

di ALESSANDRO MORANDINI Rapporto reale tra stato italiano ed indipendentismo Il rapporto tra stato italiano e libertà dei Veneti è sostanzialmente conflittuale; proprio per questo motivo una soluzione per prendere le decisioni collettive che vincolano entrambi i soggetti a comportarsi in un determinato modo è quella di negoziare. Sono esempi di negoziazione riuscita tra stato…

di LEONARDO FACCO Ieri a Treviso, s’è svolta l’annuale parata degli alpini, orgoglio dell’identità nazionale. l’Ottantacinquesima. Qualche giorno fa, invece, un giornale locale ha titolato così: “Piccoli alpini crescono: gli studenti della scuola dell’infanzia cantano l’Inno di Mameli”. La notizia recitava con buona prosopopea tricolore che “per l’Adunata del Piave nelle vie del centro città …

di FABIO PADOVAN Assistiamo in questi giorni, in provincia di Treviso, ad un asfissiante tripudio di tricolori. In questa incredibile ubriacatura tricolorata spiccano solitari i Gonfaloni di San Marco. Ci restituiscono un po’ di speranza e ci rincuorano. Grazie quindi agli ardimentosi patrioti nostrani. Visto l’oceanico, e quasi sacro, spiegamento di bandiere tricolori, veicolate dagli…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi