di LUIGI FRESSOIA La più grande fake che io conosca è l’8 Marzo. Non avvenne alcun incendio quel giorno del 1908 a New York e men che meno operaie morte a centinaia. E’ tutto inventato e aggiustato ad opera della propaganda sovietica ai tempi della guerra fredda. La prima volte che lessi di questo falso…

di REDAZIONE Conferenza del professor Javier Milei, economista, tenutasi nel Centro de Estudios Cruz del Sur presso l’Auditorio Belgrano il 14.03.2019. (Traduzione di Norman Facco)…

di LEONARDO FACCO Che significa discriminare? Significa semplicemente scegliere in base alle proprie convinzioni e convenienze, sempreché quando per discriminare non si incorra in alcuna aggressione. Ieri, ho letto questa notizia: «”Sei leghista? Niente casa”. Negato l’appartamento a consigliera della Lega. La disavventura a Bruxelles dell’assistente di un eurodeputato. La consigliera ha deciso di commentare…

di GUGLIELMO PIOMBINI Domenica 9 giugno più di un centinaio di libertari doc hanno potuto trascorrere insieme una piacevolissima giornata a Treviglio, godendosi la reciproca compagnia e rinsaldando le amicizie. Leonardo Facco, artefice e mattatore della giornata, ha trascinato i partecipanti con la sua energia e con la sua appassionata oratoria antistatale. Dopo la grigliata,…

di ENZO TRENTIN «Fatta l’Italia, bisogna fare gli italiani». Questa la famosa frase associata dai più a Massimo D’Azeglio, per significare che per quanto l’Italia geograficamente e politicamente nel 1861 risulti unita, in essa regneranno sempre culture, tradizioni e lingue (dialetti) diversi tra loro. Bruno Bozzetto, il famoso cartoonist ha ironizzato così: https://www.youtube.com/watch?v=K0bI6YHhsvM L’unità avvenne…

di LEONARDO FACCO Il fatto che parassiti della politica come quelli di +Europa abbiano preso una sonora legnata alle scorse elezioni europee, è un segnale positivo, cosiccome lo è quello del partito di Farage, che essendo stato fondato sulla riconferma della Brexit è risultato il primo partito in Inghilterra. Ciononostante, gli europeisti d’accatto, straccioni ideologici…

di JUAN PINA* In Spagna, si usa la frase italiana “chi va piano va va lontano”, comunemente usata per riferirsi a processi che richiedono una certo tempo per consolidarsi. Non sorprenderà i libertari italiani che leggono questo articolo sapere che il Partito Libertario spagnolo va, naturalmente, piuttosto “piano”. Ma, proprio per questo, speriamo anche di…

di LEONARDO FACCO Enrique Ghersi, classe 1961, nato a Lima, è un avvocato peruviano, professore e intellettuale del libero mercato. È professore presso l’Università peruviana di Scienze Applicate dell’Università di Lima ed è stato Visiting Professor presso l’Universidad Francisco Marroquín in Guatemala (dove ha ricevuto una laurea honoris causa nel 2011) e presso la Scuola…

di MATT DE SANTI «Vivere onestamente è fare del male a nessuno, e dare a ciascuno il dovuto». (Lysander Spooner) Lysander Spooner è stato un giurista e un filosofo di Boston del XIX° secolo. Ciò che rende questo uomo del Massachusetts prezioso per l’eredità della tradizione del Sud è che Spooner è stato un sostenitore…

di ENRIQUE GHERSI La regolamentazione dei mari implica la regolamentazione delle specie che lo abitano. Oggi esiste un sistema di regolamentazione degli oceani il cui scopo è quello di creare incentivi per prevenire l’eccessivo sfruttamento delle risorse ittiche. A tal fine sono stati stabiliti periodi di chiusura in cui è vietato catturare risorse marine. Tale…

IL DESTINO DEL LIBERALISMO, OMAGGIO A LORENZO INFANTINO

di PAOLO L. BERNARDINI Il liberalismo classico e il pensiero libertario, le scuole, “en gros”, di Hayek e Mises rispettivamente, non godono di grande attenzione al momento; se questo è parzialmente vero per quel che riguarda l’ambito dottrinale, accademico, purtroppo è invece del tutto vero per quel che riguarda le politiche reali: come una specie…

di PAOLO L. BERNARDINI Dal punto di vista della storia del pensiero libertario, le società di corsari, pirati, bucanieri, con tutte le variazioni di status collegate appunto alla definizione, rappresenta qualcosa di paragonabile all’epopea del “selvaggio West”. Ovvero un campo di applicazione vastissimo, affascinante, e ancora in gran parte inesplorato, della “società senza stato”, ma…

di AMILCARE ALDRICH Vorrete scusarmi se vi parlerò di una vicenda vecchia, vecchia di almeno un mese, ma qui ai confini dell’Impero preferiamo guardare oltre confine e così le notizie italiane arrivano rarefatte, anzi se non fosse per un amico che utilizza Facebook, diavoleria che mi è ignota, avrei continuato ad ignorare questo evento. Da…

IMPEGNO E COERENZA DELL’INDIPENDENTISMO VENETO

di ENZO TRENTIN Sono favorevole all’autodeterminazione di tutti popoli; quello veneto compreso naturalmente. Tuttavia in seno all’indipendentismo marciano ci sono idee molto diverse. Ma in democrazia, come suggeriva Socrate, è necessario discutere avendo la modestia di non pretendere a priori d’aver ragione. E laddove alcuni pseudo indipendentisti che non godono del mio apprezzamento dimostrassero che…

di GUGLIELMO PIOMBINI Ritorna la guerra culturale All’inizio degli anni ’90 Rothbard tornò a rispolverare le recensioni cinematografiche per impegnarsi in quella importante e spesso sottovalutata battaglia culturale che si gioca non nelle istituzioni di governo, ma nella società civile. Difendendo il cinema tradizionale, il suo obiettivo era quello di difendere i valori oggettivi di…

di GUGLIELMO PIOMBINI I monumentali contributi che il genio di Murray N. Rothbard ha saputo offrire in discipline così diverse tra loro come l’economia, la filosofia e la storia è dovuto in larga parte alla sua incredibile produttività. Grazie alla sua concentrazione, Rothbard era capace di scrivere mediamente otto pagine di alta qualità all’ora, spesso…

di LEONARDO FACCO Anni fa, molti anni fa, dissi che l’indipendentismo sarebbe morto e avrebbe fatto solo muffa, se anziché a combattere lo Stato italiano i suoi rappresentanti si fossero messi a dibattere di altre questioni etiche e morali, che puntualmente dividono e spaccano il fronte unitario anziché consolidarlo. Ciò è accaduto con la Lega…

di REDAZIONE La battaglia culturale è la battaglia delle battaglie. E chi non sopportano i politici? I liberali coerenti. Perché? Perché i politici sono socialisti e non sopportano chi li definisce per quello che sono. CLICCA  e guarda il video sottotitolato in italiano.…

di ENRIQUE GHERSI È indiscutibile che i diritti di proprietà sono una parte fondamentale di una società, poiché da essa dipendono l’uso efficiente, la gestione e lo smaltimento di risorse naturali scarse. Come sottolinea Douglass North, «la ragione per cui i diritti di proprietà sono determinanti per il funzionamento dell’economia è che essi forniscono l’insieme…

di ENZO TRENTIN Un vecchio giornalista del secolo scorso, di volta in volta veniva invitato dal suo editore a far da mentore agli allievi che volevano intraprendere la professione. L’anziano al primo incontro con l’apprendista esordiva così: «Ti darò la prima lezione subito, ragazzo mio: niente è mai quello che sembra, e nessuno è mai…

di ENRIQUE GHERSI L’acqua copre il 70% della superficie terrestre. Tuttavia, nel suo insieme manca di diritti di proprietà chiaramente definiti. Tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo, i grandi viaggi dedicati alla scoperta di mondi nuovi e gli imperi transoceanici avevano bisogno di regole accettate a livello internazionale sull’uso dei mari.…

error: Content is protected !!