SCOZIA E IRLANDA DEL NORD: VINCE REMAIN. ORA VOGLIA DI INDIPENDENZA

di REDAZIONE*

surgeonIn Scozia e in Irlanda del Nord ha vinto il Remain. A dimostrazione che i due Stati non sono sintonizzati sull’umore della maggioranza degli inglesi. E ora cresce la voglia di indipendenza. Lo dichiara senza mezzi termini la premier scozzese Nicola Sturgeon: «La Scozia vede il proprio futuro nell’Unione Europea. Il voto lo dimostra». Da Edimburgo alcuni rappresentanti del partito indipendentista hanno detto che «ora ci saranno conseguenze. Bisognerà trovare qualche meccanismo per preservare il nostro rapporto con Bruxelles». Il 62% degli scozzesi ha votato per rimanere e in molti credono che ci sia bisogno di un nuovo referendum sull’indipendenza dopo quello, perdente, del 18 settembre del 2014. Una delle ragioni principali per cui nel 2014 vinse il no alla separazione dal Regno Unito era che questo avrebbe significato uscire dall’Unione Europea.

A Belfast

Malumore e rabbia per il risultato del referendum sulla Brexit anche in Irlanda del Nord, dove il 56% della popolazione ha votato per il Remain. A chiedere un referendum per l’unione con l’Irlanda è lo Sinn Fein, il partito repubblicano, per bocca del suo presidente Declan Kearney : «Il governo britannico ha perso ogni mandato per rappresentare gli interessi economici e politici della gente in Irlanda del Nord».

*articolo tratto da www.corriere.it

Rubriche SceltiPerVoi