Secessionisti: Grillo insegue la Lega nella corsa ai voti per le Europee

di GIANLUCA MARCHI Beppe Grillo che, nel corso del suo show a Padova, sostiene che sarà con i secessionisti se ci sarà il referendum (si presume quello per l’indipendenza del Veneto), ai miei occhi, scusate, ma appare come l’ennesima battuta per captare la benevolenza del popolo veneto, sempre più attraversato dallo spirito di ripulsa verso lo stato italico, e anche abbastanza indignato per il trattamento riservato ai 24 indipendentisti sbattuti in galera. Il leader del Movimento 5 Stelle cavalca all’improvviso questa tigre perché alle politiche del 2013 in Veneto ha fatto il pieno di voti soprattutto ai danni della Lega, e ora tenta di evitare un possibile flusso in senso inverso (anche se presumibilmente di dimensioni più contenute). Grillo insegue spesso Salvini, anche se da livelli di forza assai differenti, perché non vuole concedere nulla a una Lega che nelle ultime settimane, stando ai sondaggi, sta mostrando segni di vitalità che poco più di un mese fa non si potevano nemmeno immaginare. Mi si dirà…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche L'Editoriale