lunedì, Agosto 8, 2022
22 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Silvio non sorride più! ma grazie a lui ho capito tante cose

Da leggere

di PONGO

Tutto è sopportabile, si può resistere ad ogni cosa, alle imprese e negozi che chiudono e vogliono vendere ma nessuno compra, si può resistere ai disoccupati sia  giovani che 50enni, alle associazioni benefiche che danno ai nuovi poveri generi alimentari  gratuiti o con prezzi all’ingrosso, ai nostri nuovi emigranti con diploma o senza e che sempre più vanno all’estero, si può resistere alla delinquenza, alla mafia che è l’alternativa al lavoro specie in meridione,  qualunque cosa si può sopportare, ma non si può resistere al fatto che Silvio Berlusconi  non  sorrida  più!

L’ho visto giorni fa nel Suo video-messaggio, l’abbiamo visto tutti ed anche alcuni articoli di stampa l’hanno riportato : Silvio è senza sorriso. Quel sorriso che ci ha sempre rassicurato dal ’94. L’altra sera invece non mi ha mai sorriso! E questa è la più grande tragedia capitata in  Italia negli ultimi 20 anni. Possiamo capirlo, caro Silvio, perché aldilà della sua condanna definitiva e di altre condanne di primo grado e poi  l’umiliazione dell’interdizione dai pubblici uffici  e via via tutto il resto, tutti noi lo comprendiamo e Lui ce l’ha detto: “Sono assolutamente innocente per  tutte le accuse che mi sono state mosse, perseguitato, alla mercé di una magistratura che ha  reso  la nostra una democrazia  dimezzata”.  L’ha detto e gli credo! Lo so che è la solita solfa, è stato banale, sono anni che  ripete di essere giudicato da una magistratura che l’ha condannato  con una sentenza mostruosa e politica ma io L’avevo sempre sottovalutato. Ma ora finalmente  ho realizzato che Silvio ha ragione e grazie a Lui ho capito tante altre cose.  Ho capito che:

– Se mi macchio la camicia bevendo il caffè non sono io il colpevole  perché  son  distratto  ma la colpa è della camicia che sta  sotto  la tazzina di caffè.

– Se mio figlio butta per terra  la carta del gelato confezionato  non è maleducato ed incivile ma la colpa è del cestino  dei rifiuti che è  10 metri distante.

– Se una donna è stuprata, che colpa  ha il violentatore? La colpa è di lei, femmina che non capisce e  che non vuole fare sesso.  E quindi son colpevoli i maschi se le donne  hanno l’organo genitale  proprio in mezzo alle gambe?

–  E se poi  tutte queste donne  sono così spesso, ogni giorno,  uccise e  violentate dai loro uomini che colpa hanno quei poveretti se le loro compagne, mogli o  fidanzate  non  vanno  in  giro  armate?

–  Se la dottoressa Eleonora Cantamessa si ferma per  soccorrere un uomo a terra sulla statale 91 a Chiuduno, provincia di Bergamo, ed il fratello dell’ uomo ferito  la investe  volontariamente che colpa ne ha  il povero guidatore? La dottoressa  proprio lì  doveva  fermarsi?

– Se quella banda di Palermo  ha venduto  gioielli falsi in Lombardia e Piemonte a persone anziane che colpa ne hanno quei poveri delinquenti? Se i vecchietti sono rincoglioniti e indifesi cosa c’entrano loro?

– Se i treni pendolari la mattina presto sono affollatissimi, sporchi ed in ritardo  cosa c’entrano le Ferrovie? Scusate ma perché tutta quella gente prende il treno proprio a quell’ora? Se c’é sporcizia chi la crea?  Si comportino  meglio e  portino da casa  scopa e paletta !  E poi perché i pendolari  devono arrivare al lavoro o a scuola proprio in orario?

– Se ci sono imprenditori che si suicidano perché  le loro attività  non rendono come una volta, invece di lamentarsi non possono andare a  lavorare di più?

– Ed  gli altri suicidi per le tasse di  gente disperata.(?), non possono lavorare  e guadagnare di più  così potranno pagare le tasse?

– Povero Schettino e la Costa Concordia! E’ colpa del Capitano se mentre la nave passava di là,  in  mezzo al mare  c’era  l’isola del Giglio e soprattutto quella quantità di scogli?

Per queste e tante altre ragioni io ti ringrazio caro Silvio, finalmente ho capito tutto e Tu non sei  solo  un superbo imprenditore e statista, ma  anche un grande filosofo e Maestro di vita.  E  ti prego torna a sorridere anche se sei un delinquente.

- Advertisement -

Correlati

6 COMMENTS

  1. Daghe al can che l’è rabioso!
    Questo articolo non mi piace e continuo ad avvertire Berlusconi come il politico più sincero nel marciume del cattocomunismo italiano.
    Egli ha dimostrato oltre ogni dubbio che con tre reti ci si guadagnano un pozzo di soldi, mentre Pongo ed io che nella proprietà di tre reti siamo soci, ci rimettiamo ogni anno e parte delle nostre tasse sono destinate al ripianamento di questo e tanti altri bilanci.
    Della parzialità che afferma esserci nella magistratura, non ho alcun dubbio testimoniando di averla personalmente sperimentata con le battaglie della Life.
    Lo stato italiano è profondamente marcio, lo è tutto, e mi meraviglio ci sia chi possa illudersi che nel cesto la mela della Giustizia si sia conservata non bacata.
    Scendi dal pero Pongo.

  2. Purtroppo gli italiani e anche i padani si abbeverano quotidianamente alla fonte di Verità dei telegiornali, che sono TUTTI di regime.
    Quanti leggono questo giornale? O l’Intraprendente?
    Esagero: 10, 20 mila?
    Io comunque non mi perdo d’animo: dove non è riuscita nemmeno la magistratura, riuscirà certamente il buon Dio: nessuno è immortale, nemmeno l’ometto di Arcore.
    E non moriremo itaglani.

  3. per quest’uomo non ci sono scusanti per i crimini commessi e le malefatte ai danni del popolo che lo seguiva.

    ha ingannato e raggirato, turlupinato e raggirato,
    quanti vedevano in lui e nelle sua capacità oratorie un barlume di speranza per la vita di questo paese mai nato che si tiene con la forza delle baionette.

    il suo predicar bene e razzolar male lo hanno messo in evidenza come un simbolo italiano inossidabile, pulcinella.

    napoli dovrebbe regalargli una cittadinanza onoraria a pieno titolo.

    non mi intendo di truffe politiche ma ho letto fino alla nausea di quante cose contrarie abbia fatto di quanto detto.

    sedicente liberale per definizione presunto paladino delle libertà economiche e individuali, è stato l’esempio dell’arrivismo e della difesa dei privilegi particolari attraverso le bandiere di cui sopra.

    un merito gli và riconosciuto, è e rappresenta la voglia di cambiare e di essere liberi individualmente ed economicamente, di rimettere lo stato al suo posto, all’angolo, nell’attesa che sparisca insieme alla consapevolezza che è lui ad averebisogno di noi.

    per questo approfittando del suo prestigio e delle sue doti ha agito regalando la fiducia dei sui seguaci alla cricca di bruxelles con la qale ha barattato la SUA liberta individuale ed economica.

    costui conosce perfettamente le mire degli oligarchi del denaro ma non ha fatto nulla per contrastarle se non mugugni per guadagnar rispetto dai suoi seguaci.

    ha letteralmente venduto questo miserabile paese per forza, a chiunque gli chiedesse pezzi, lasciando perfino in mano usa la sovranità del nostro cielo in nome di una improbabile necessità di esperimenti climatici per favorire
    condizioni ottimali della flora e della fauna.

    consentendo di far sorvolare i nostri cieli a centinaia di cavallette che si divertono regolarmente a prevenire e diminuire le precipitazioni con danni già incalcolabili alle piante animali e individui, ha sancito la nostra subalternita ad una genia umana folle e disturbata.

    il cav. sa tante cose e ha davanti a se una opportunità di cancellare le sue malefatte, ma andare in televisione e dire italiani ribellatevi non è esattamente cogliere quella opportunità che la storia gli assegna,

    che prevede un prezzo molto alto e congruo con quanto ha preso senza titolo e distrutto con convinzione.

  4. Ok.
    Berlusca ha fatto il suo tempo.
    Eppure, guardandomi attorno, parlando, chiacchierando con la gente noto che berlusca ha un seguito inalterato.
    Io non ho dubbio che il suo partito alle prossime elezioni non prenderà meno del 22-23%.
    Tutti gli altri , eccetto renzi, non esistono. O sono ridotti a quasi nulla.
    Questo è il sentimento della gente che io rilevo.

    Rilevo anche un notevole aumento delle persone decise a non andare a votare.
    Noto anche intenzioni che rasentano la violenza nei confronti del potere politico.

    Per ora si ride con quello che scrive Pongo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti