SOCIALISMO DAL XX AL XXI SECOLO, 150 ANNI DI FALLIMENTI E MISERIA

di MARIETTO CERNEAZ Cercate un paese del mondo, negli ultimi 150 anni, dove il socialismo – in una qualsiasi delle sue interpretazioni marxiste  – ha dato a qualsiasi popolo ciò che ha sempre promesso (escludendo l’attuale Cina, il cui governo comunista è tirannico, ma da almeno 30 anni gestisce un’economia in stile capitalista). Non troverete nulla, escluse le socialdemocrazie dei paesi scandinavi, che nonostante le difficoltà implicite reggono, per ora, grazie all’efficienza nordica. Non troverete nulla, perché dove viene imposto il socialismo si producono regimi rovinosi, repressivi e sanguinosi. L’Unione Sovietica, che mai avrebbe vinto la seconda guerra mondiale senza l’enorme aiuto americano, i paesi dell’Europa centrale schiacciati da carri armati russi e polizia segreta, la Cina di Mao Tse Tung, il Vietnam, l’attuale Corea del Nord, la Cuba dei fratelli Castro e i loro barbuDos, il Nicaragua represso dalle menzogne e dalla corruzione dei sandinisti, e oggi di Ortega, il Cile rovinato da Allende, l’ammasso di omicidi e violenze dei Khmer rossi della Kampuchea. Ora,…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere