giovedì, Giugno 20, 2024
25.9 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Esclusivo: monti ha pronta la tassa sul suicidio

Da leggere

di PONGO

Leggo ora sul giornale le novità in fatto di tasse. E’ chiaro che domani e dopodomani vi saranno ulteriori aggiornamenti e via via così, ma al momento attuale, mentre sto scrivendo queste righe, vedo dell’aumento della benzina di 5 centesimi, una supertassa. La cosa si spiega con la riforma della Protezione Civile, cioè per trovare i fondi in caso di emergenze e sovvenzionare gli interventi e le spese improvvise. In questo caso si è ripristinata l’accisa sul carburante, la cosiddetta “Tassa della Disgrazia”, e su questo siamo tutti d’accordo, è decisamente una tassa sulla disgrazia, dove i disgraziati siamo ovviamente noi.

Ormai ho perso il filo delle ultime tassazioni e non le ricordo quasi più a memoria, ma le devo pagare.

Nelle ultime settimane rammento che sono state aumentate sensibilmente le bollette di luce e gas e poi come si sa la reintroduzione dell’imposta sulla prima casa e l’inasprimento su quella degli altri immobili, l’ Iva, ecc. Leggo però che la tassa sugli sms non ci sarà ed il pagamento dell’Imu( Imposta Municipale Unica) (unica?) può avvenire anche in tre rate. Sto leggendo con curiosità che potrebbe capitare una tassa sugli animali domestici. Ma chi? Solo per cani e gatti o anche criceti, uccellini e tartarughine? Nel caso fossero solo cani e gatti qualcuno si prenderà in casa un maiale, un cammello o un orso polare perché non saranno tassati. D’altra parte ci dobbiamo fidare di Monti, ho sentito dire che in bocca lui ha 36 denti del giudizio.

Mi sono giunte voci, assolutamente attendibili, che nelle prossime settimane avremo le seguenti nuove gabelle:

– Tassa sugli antifurti delle automobili.

– Tassa sulla vecchiaia.

– Tassa su ogni bel voto preso a scuola e sul 110 e lode della laurea.

– Tassa per ogni merendina mangiata dal bimbo.

– Tassa di 10 centesimi per l’uso della matita usata nel voto elettorale.

– Tassa per la pennichella del dopo pranzo.

– Tassa, alla faccia del proverbio, di 3 cents per ogni ciliegia mangiata.

– Tassa per ogni scippo subìto.

– Tassa per giocare a pallone all’oratorio.

– Tassa per aver pagato le tasse.

Inoltre, per ultima, è prevista una tassa per chi si suicida non avendo più soldi per pagare le tasse. Può sembrare una cosa crudele ma capitando ormai con molta frequenza, evidentemente al governo conviene.

 

Correlati

3 COMMENTS

  1. Monti è stato messo lì da Napolitano…..loro i soldi per andare avanti li hanno, che cosa gli interessa a loro se la gente si suicida! Per me deve sparire tutto quel sistema politico che c’è in atto e mettere facce nuove e giovani, gente con la mente fresca che crede in un’Italia migliore, non quei “ragazzi stagionati” che non vogliono mollare la poltrona e che si sono fatti i privilegi solo per loro: bisogna fare pulizia, ma a Roma

  2. si potrebbe mettere un aggeggio elettronico nelle cassette delle elemosine per il pagamento tracciabile a mezzo bancomat. L’obbligo della partita iva ed il rilascio della ricevuta fiscale per i mendicanti. una tassa x l’occupazione spazi ed aree pubblicge in rapporto alla superficie della suola delle scarpe e se mai,anche un’ addizzionale x ogni rotolo di carta igienica acquistato.Non mettiamo limite alla fantasia creativa del fisco, che puo’ spaziare nel cosmo infinito dell’immaginazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti