TEMO I COLLABORAZIONISTI, SOPRATTUTTO QUANDO PROMETTONO REGALI

di ENZO TRENTIN Abbiamo parafrasato nel titolo la famosa frase del veggente troiano Laocoonte: «timeo Danaos et dona ferentes», perché è oramai noto che una sudditanza avviene anche attraverso il linguaggio. Per esempio, un anglicismo o inglesismo è una parola o una costruzione della lingua inglese che viene recepita in un’altra lingua. Il fenomeno prende anche il nome di “contaminazione linguistica”. Tra i tecnici della comunicazione-contaminazione oggi si usa un nuovo termine: gatekeepers, letteralmente una persona responsabile di una porta, di solito per identificare, contare, controllare, etc. il traffico o il flusso attraverso di esso.  Nel mondo della comunicazione politica si tratta della solita rimpannucciata funzione: il collaborazionismo. Esso, infatti, è un fenomeno sociale e politico connesso alle vicende del governo di un paese occupato o militarmente o economicamente o politicamente da una potenza o da organismi economici stranieri, che vi organizza una classe dirigente totalmente asservita agli interessi dei mandanti. Sebbene in Italia il termine fosse già usato prima del fascismo per indicare la…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero