Tremonti e Lega, la mente e il braccio che han partorito Befera

di LEONARDO FACCO C’era una volta, il Circo padano. Oggi ci sono gli alieni extrapadani. Il primo, qualcuno di voi se lo ricorda certamente, lo volle Bossi in persona per mostrare al mondo che nelle terre del Po c’era tutto quel che serviva, nani e ballerine comprese. L’iniziativa, come tutte quelle volute dal “capo”, fallì miseramente, con somma gioia delle famiglie Togni ed Orfei. Inoltre, la gente si accorse che bastava un pagliaccio a Gemonio per far ridere tutti. Oggi, per non dimenticare i tempi perduti, ci sono i marziani che imperversano e i marxisti che comandano, al punto che dopo esser diventati ministri dell’Interno (ruolo d’ordine per il mantenimento dell’unità’Italia), adesso sono assurti a segretari 2.0. Fino ad oggi, non ho mai voluto intervenire su questo giornale in merito alle vicende leghiste (seppur consapevole di averne i titoli per farlo), ma quando ho letto che Roberto Maroni ha firmato, (cum) gaudio magno, il manifesto “3L”, ovvero quello del partito di Giulio Tremonti (uno che…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Palazzi & Potere