lunedì, Ottobre 3, 2022
22.7 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Troppa italia, troppo stato! incontro con vitale e marchi

Da leggere

di REDAZIONE

L’Associazione Glberto Oneto è lieta di invitarvi alla presentazione del libro

Troppa “Italia” troppo Stato troppi parassiti 
Interventi brevi di politica e cultura 
raccolta di scritti di Gilberto Oneto selezionata e commentata da Alessandro Vitale

L’incontro si terrà Giovedì 25 Gennaio alle ore 17:30 presso

Libreria Cultora 
Via Alfonso Lamarmora 24 (Metro 3 Crocetta), Milano
Tel: 02 45374719
[email protected]

Interverrano: 
Gianluca Marchi – Presidente dell’Associazione Gilberto Oneto
Alessandro Vitale – Curatore del libro

Nel corso della manifestazione sarà possibile iscriversi o rinnovare l’inscrizione alla nostra Associazione.

PER INFORMAZIONI

[email protected]

- Advertisement -

Correlati

6 COMMENTS

  1. Non Posso Condividere il Troppo Stato.Premesso che solo la Caradonna non ha recepito :rendimenti
    investimenti in Agricoltura tende a 0.Bilancio che
    Non può Essere Certificato per L Ottimo Paretiano.
    Nella Premessa l Errore e che il Beata e Compianto
    Paolo Don non hanno mai Capito la differenza tra
    Tardi e Risconti.Risconti dei Danni Ferriera Ts con
    Tutta Taranto provano.Ma l Aspetto sostanziale
    dell Errore Macroscopico e che le Permutazioni ed
    Investimenti Spendind Review vanno diffusi su tutto il territorio nazionale:Tav ne e la Prova,e non
    con le pulsioni di competenza dei Ginecologi .

  2. Ma che cosa dite… qui abbiamo bisogno di uno STATO, non di questi qui al governo.
    Se volete meno stato, vuol dire che vi sta bene che pochi abbiano il potere sugli altri.
    Qui casca l’asino.

    • ecco cosa ci ha garantito lo stato italiano:
      decenni di emigrazione (ricominciata nel nuovo millennio) per fame
      due guerre mondiali + altre guerre minori tipo crimea, africa, ecc…
      un ventennio di manganelli, censure e olio di ricino
      montagne di parassiti e fannulloni “coperti” da una burocrazia asfissiante
      mafia in regioni dove nemmeno esisteva
      terrorismo e stragi, chiamate appunto “stragi di stato”
      tasse al 70% per (dis)servizi ridicoli e/o svolti in maniera MOLTO approssimativa
      nessuna sicurezza e tutela della proprietà privata
      nessuna tutela dei territori e dei cosidetti “sacri confini”
      cartelli monopolistici in molti settori, anche primari
      …. omissis
      (per mancanza di tempo e spazio ma si potrebbe andare avanti per ore)

      quanto a chi detiene il potere, basterebbe guardare la situazione dal dopoguerra a oggi dove tutto è da sempre saldamente in mano alle oligarchie e alle elites finanziarie di cui lo stato ne è SOLO protettore, esecutore e garante

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti