VENETO INDIPENDENTE, MA QUANTI SONO I CONTI CORRENTI PER IL REFERENDUM?

referendum veneto schedadi MARIETTO CERNEAZ

Ma quanti sono i conti correnti per la raccolta fondi per il referendum per l’indipendenza del Veneto, come da legge n. 16/2014. Uno, oppure due?

Leggendo quel che scrive sul proprio sito Indipendenza Veneta, c’è un solo “conto corrente ufficiale”, quello che una settimana fa, circa, è stato annunciato da Luca Zaia. Ascoltando, viceversa, l’altra campana, saranno due, anzi no ne nascerà uno nuovo. Scrivono dalle parti di Noi Veneto Indipendente: “La Giunta regionale ha adottato una serie di atti deliberativi ed i movimenti indipendentisti riuniti nella nostra federazione lavorano insieme alle Istituzioni Venete ed alle Associazioni culturali ed identitarie per concretizzare il risultato. Le riunioni dei Movimenti ed Associazioni indipendentisti, con la fattiva collaborazione di Luca Zaia e Roberto Ciambetti, si susseguono e passo dopo passo portano ai risultati. A giorni, ultimate le necessarie verifiche, verrà costituito il Comitato L. 16 pro referendum che potrà raccogliere i fondi per il referendum. Per questo, molti stanno lavorando con scrupolosità nella consapevolezza di dover offrire ai Veneti un percorso affidabile”. 

Che significa? Che l’attuale conto corrente (sul quale sono già stati versati 40.000 euro) è “inaffidabile” per via dei controlli della Tesoreria Unica, che sta sotto l’egida dello Stato italiano?

E’ chiaro che rimane la contrapposizione fra chi, Alessio Morosin, leader di Indipendenza Veneta, ritiene che si debba votare entro marzo (il che pare improbabile) e chi, Noi Veneto Indipendente definisce quelle altrui delle “scorciatoie destabilizzanti”, al punto di dare per certa l’emarginazione dal “Comitato referendario” di Morosin stesso, che viene indicato come colui che è più intenzionato ad affossare il percorso legale, che non a raggiungere un obbiettivo comune. Ieri sera, alle 18, si è tenuto un incontro a Palazzo Balbi proprio per discutere di questo argomento. Erano tutti presenti. Prossimamente, con ogni probabilità, avremo delle risposte certe su quel che sarà.

Rubriche CronacheVere