VENETO, PIETRA TOMBALE SUL REFERENDUM PER L’INDIPENDENZA

di FIORENZO PIEROBON Tre mesi fa, su queste pagine, ponevo la seguente domanda: “Referendum veneto, dove sono finiti i soldi”? L’altro ieri, l’Ansa ce ne ha dato conto: “Niente referendum consultivo sull’indipendenza del Veneto. La Giunta Regionale ha dato l’ok alla restituzione dei soldi che i veneti avevano versato volontariamente per le spese della consultazione; quella legata alla legge 16 del giugno 2014 già bocciata dalla Consulta. Pochi coloro che avevano aperto il portafogli: 1.363 cittadini, per un totale di 114.914 euro. Fare il referendum sarebbe costato 14 milioni”. Pietra tombale sul referendum per l’indipendenza del Veneto, ha scritto il Gazzettino. Ma come, non era stato Salvini a dichiarare : “Se la Lega e Luca Zaia stravincono, voi il referendum per l’autonomia ve lo fate in un giorno senza aspettare Roma”? (VEDI QUI). Ora, Luca Zaia ha deliberato la restituzione dei fondi raccolti per sostenere il referendum. Ultimo atto di una vicenda tragi-comica, che ha tenuto banco per lungo tempo e adesso finisce definitivamente in archivio: “Non…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche CronacheVere