Zaia: referendum, la strada è quella della Catalogna. Renzi è neocentralista

di GIORGIO CALABRESI La strada da seguire su un eventuale referendum per l’indipendenza del Veneto e’ quella della Catalogna. A ribadirlo, dopo che oggi la commissione Affari Istituzionali del consiglio regionale del Veneto ha detto un doppio si’ a una consultazione su indipendenza e autonomia, il presidente della Regione, Luca Zaia. “La mia road map per l’indipendenza del Veneto e’ la stessa della Catalogna; ci si da’ l’obiettivo e si praticano, giorno dopo giorno, con pazienza, tutti i passaggi giuridici”, ha spiegato. Quello del parlamentino regionale, ha aggiunto, “e’ un voto che permettera’ ai consiglieri di discutere di questi due provvedimenti. E gia’ il dibattito e’ importante. Io mi auguro che si arrivi rapidamente all’approvazione della legge per l’indizione del referendum, dopodiche’ inizieremo il nostro confronto giuridico a livello nazionale”.  Da Zaia anche una stoccata ai promotori del referendum online. “Se i promotori del referendum on line hanno promesso la protesta fiscale, e quindi invitano a non pagare piu’ le tasse, e’ ovvio che dovranno dire…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Cronache