VENEZUELA, PERSINO IL PSOE NON RICONOSCE L’ELEZIONE DI MADURO

di MARIETTO CERNEAZ Il fatto che Juan Guaidó, presidente pro-tempore del Venezuela, riconosciuto dalla comunità internazionale, sia stato arrestato dagli agenti del Sebin – e poco dopo liberato – forse ha convinto anche i socialisti spagnoli a twittare che l’elezione di Maduro è considerata illegittima. Il (PSOE), ieri, si è pronunciato sulla cerimonia di giuramento di Nicolás Maduro che si è svolta il 10 gennaio, come parte del secondo mandato presidenziale: “L’investitura di Nicolás Maduro manca di legittimità perché è il risultato di elezioni senza garanzie democratiche”, ha cinguettato il partito sul social network. La formazione politica, guidata da Pedro Sánchez, ha affermato di aderire alle dichiarazioni dell’alto rappresentante dell’Unione Europea (UE) per la politica estera, Federica Mogherini.  L’UE si rammarica che la sua richiesta di nuove elezioni presidenziali conformemente alle norme democratiche e all’ordine costituzionale riconosciuti a livello internazionale sia stata ignorata e che la Maduro stia iniziando un nuovo mandato sulla base di elezioni non democratiche….

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo