300.000 IN PIAZZA PER L’INDIPENDENZA E PER LA LIBERTÀ DEI PRIGIONIERI CATALANI

di MARIETTO CERNEAZ Nel silenzio assordante, oggi coperto dai primi bombardamenti in Siria, continuano le manifestazioni indipendentiste in Catalogna. Oggi, infatti, decine di migliaia di catalani sono scesi in piazza (per le agenzie italiane sarebbero alcune migliaia, la stampa locale ne contra oltre 300.000), nel centro di Barcellona, per chiedere la liberazione dei 17 fra politici e dirigenti indipendentisti in carcere. Il serpentone si è snodato fra la popolare avenida al Paral·lel de la Ciudad Condal, fino a plaza España e il parco les Tres Xemeneies. La protesta è stata convocata da organizzazioni indipendentiste non partitiche, l’Assemblea nazionale catalana (Anc) e Omnium Cultural, e dai sindacati Cc.Oo e Ugt Catalunya. Sul palco anche alcuni figli dei politici incarcerati, che hanno letto brani scritti dai prigionieri. Il presidente del Parlament catalano, Roger Torrent, citato dai media spagnoli, ha definito la manifestazione “dimostrazione di unità in difesa dei nostri diritti, di fronte alla minaccia alle libertà”. Ancora una volta, gli organizzatori si rivolgono al governo spagnolo per sedersi e …

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo