AUTONOMIA, ALTRA ARRINGA DI ZAIA. ORA LA SCADENZA SAREBBE IL 3 APRILE

di FRANCO POSSENTI È da quando il Senatùr ha fondato la Lega Lombarda che i leghisti promettono un’autonomia mai realizzata. Prima solo in Lombardia, poi anche in Veneto. Tra annunci, veti, referendum e lotte intestine le giravolte del Carroccio padano, oggi Carrozzone italiano, non si contano più. Orbene, se oggi la Lombardia è quasi senza speranze, il Veneto continua a sperare in un afflato autonomista, anche se dal referendum famoso del 22 ottobre 2017 sono stati organizzati più tavoli e incontri fra Regione e Stato che altro. E le regionali si avvicinano. Puntuale come una chimera, l’autonomia si palesa nuovamente, stavolta a Treviso, per via della festa di partito. Matteo Salvini e  Luca Zaia, il gatto e la volpe, lanciano (l’ennesima) quasi sfida ai 5Stelle: “Andiamo avanti, ci sarà il 3 aprile un’ulteriore audizione al Senato. Se si firma e ci danno l’autonomia bene, sennò a casa tutti”, dice Zaia durante la “Veneto Fest”. E ancora: “Siamo stanchi di pagare gli sprechi degli altri. Non…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Palazzacci