Clamoroso: Attilio Befera non paga un solo euro di tasse!

di LEONARDO FACCO Un paio di giorni fa, han sparato la “clamorosa” notizia: l’Italia è il paese con la pressione fiscale più alta del mondo, che – ufficialmente – sarebbe pari al 55% del Pil. A parte che ogni trenta giorni c’è qualcuno che annuncia la stessa cosa (Luca Ricolfi, a gennaio, su La Stampa scrisse: La pressione fiscale sull’economia regolare è la più alta del mondo sviluppato -intorno al 60%-, e così il livello di tassazione sulle imprese, il cosiddetto Total Tax Rate (68.6%”), stavolta la fonte della “chicca” è la Confcommercio, che putta caso ha deciso per l’occasione di ospitare quel sant’uomo di Attilio Befera tra i relatori. Dico io, poteva starsene zitto di fronte a un dato che lo coinvolge direttamente? Ovviamente no: “La pressione fiscale su chi paga le tasse – ha esternato il genio della gabella – in qualche caso supera anche il livello record del 55%, arrivando a toccare punte del 70%. – Orcoboia – Ci sono tantissimi che evadono…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche L'Editoriale