CATTOLICI, PROTESTANTI LIBERALI: LA VISIONE DI ROTHBARD DEL 1957

di PAOLO L. BERNARDINI Omaggiando lavorando la Festa del Lavoro, questo paradosso nato da una cattiva, capziosa e statalistica interpretazione dei tragici fatti di Chicago dei primi di maggio del 1886, mi sono dedicato ad una delle costanti del mio pensiero, la tradizione liberale. Proprio sessanta anni fa, nel febbraio del 1957 (Rothbard_Memo_on_Catholicism_Protestantism&Capitalism) per la precisione, Rothbard gettava le basi di quel capolavoro di storia delle dottrine economiche – “Economic Thought Before Adam Smith”, che potremmo tradurre con “Storia del pensiero economico dalle origini ad Adam Smith” – pubblicato nel 1995, l’anno stesso della morte del grande economista e storico americano. Una prima notazione: l’opera non è ancora stata tradotta in italiano, ma sarebbe necessario farlo, proprio tra l’altro con il titolo che suggerisco. Esistono numerose altre opere di storia del pensiero economico tradotte in italiano – ad esempio, quella ritenuta ormai classica di Schumpeter, che Rothbard non disprezzava ma non amava neppure del tutto, soprattutto per il fatto che Schumpeter non era una vera e…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere