ADDIO CERONETTI: “L’UNITÀ DEL PIEMONTE UNA INSENSATEZZA E FINIRÀ MALE”

Ieri è scomparso Guido Ceronetti: lo scrittore, poeta e critico è morto a 92 anni nella sua casa di Cetona, in provincia di Siena. Fra i più colti intellettuali italiani del dopoguerra, lo studioso torinese ha legato per decenni il suo alla Stampa spaziando, in qualità di critico, su numerosi fronti della Cultura in cui mise a frutto anche le sue non comuni doti di traduttore dal latino e dall’ebraico. Tra le sue opere più importanti Un viaggio in Italia e le raccolte di aforismi e riflessioni Il silenzio del corpo e Pensieri del tè. Per ricordarlo, ripubblichiamo un bellissimo articolo scritto dal nostro Paolo Bernardini. di PAOLO L. BERNARDINI Un augurio di inizio 2017: che la libertà presto ci raggiunga e risani. Che sia in Veneto, o in Sardegna, o in Sicilia, in Lombardia, o dove. E nel congedarmi dal 16, e salutare come si conviene il 17, vorrei suggerire una lettura. Si tratta di un libro che lessi ventenne o poco più, quando venne pubblicato per la prima…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero