COMUNISMO: UN VENEZUELANO LAVORA 220 ORE PER COMPRARE 1 KG DI FORMAGGIO

di ANA FERNANDEZ Il Venezuela, stima l’opposizione, avrà bisogno tra 60, 70 miliardi di dollari per far uscire il paese da una delle peggiori crisi della sua storia. Con un debito di circa 150 miliardi di dollari, il doppio del PIL venezuelano, secondo un nuovo conteggio degli economisti, considerato che dati ufficiali non esistono, il Venezuela dovrebbe dedicare sei anni delle sue esportazioni di petrolio, che rappresentano il 96% del PIL, per estinguere il debito. Tra l’altro, la produzione di petrolio è passata da 3,2 milioni di barili al giorno di un decennio fa a poco più di 1 milione oggi. Tra il 2014 ed il 2016 le importazioni nel paese sono diminuite del 70%. Nel caso del latte, il calo è stato dell’87 per cento e, nel caso della carne, del 98 per cento. “E non è stato compensato dalla produzione nazionale”, ricorda Miguel Angel Santos, dopo aver illustrato il dramma della crisi che con un’inflazione  di un 1.700.000% al mese ha ridotto il salario…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo