COVID, MAI ESISTITA ALCUNA EMERGENZA: LO CONFERMANO I GRAFICI DEL MINISTERO

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!

di ARMANDO COLIN

Le responsabilità dei nostri governanti sono chiaramente spiegate da 2 semplici grafici, da essi stessi prodotti (le 2 immagini che allego al post, e sto per spiegare).

Riporto infatti due semplici grafici ufficiali del Ministero della Sanità Italiana, che dimostrano senza necessità di essere “complottisti” la inesistenza della cosiddetta “pandemia”, e la ingiustificata risposta imposta al popolo italiano in tutto il 2020, e anche nel 2021 da poco iniziato con la stessa musica del 2020.

Primo grafico: prende in esame tutti i 2,3 milioni di casi Covid Italia da inizio epidemia virale (nome corretto invece di pandemia). Le colonne blu sono i casi distribuiti per fasce di età della popolazione. Le fette rosse sono i decessi, che sono stati da Febbraio 2020 ad oggi il 3% dei casi. Questo 3%, come si vede benissimo graficamente, è praticamente tutto nelle 3 fasce 70-79 (anni), 80-90 e >= 90.

Sono gli over 70 che andrebbero difesi, e vaccinati. Segnalo (dati sempre ufficiali del Ministero della Salute) che ad oggi abbiamo ricevuto circa 1 milione di dosi di vaccino, e ne sono state già somministrate circa 730.000 (circa 74% già somministrate). Quindi, di questo passo saremmo in grado di dare una difesa ai più deboli in 3 mesi al massimo.

Secondo grafico: evidenzia gli stessi 2,3 milioni di casi Italia per fasce di età e per fasce di gravità del contagio (verde asintomatico, blu paucisintomatico, giallo lieve, arancio severo, rosso critico). Vedete bene come fino a 60 anni non c’è praticamente severità e criticità, che si vedono solo nelle fasce 60-69, 70-79, 80-89, e >0=90 (arancione e quelle fettine quasi invisibili di rosso).

Infatti (tabellina nel secondo grafico), il 72% dei 2,3 milioni di casi Italia sono già guariti, ed il 24% sono positivi in cura domiciliare (o quarantena). Il totale è 96%, cioè praticamente quasi tutti.

Conclusioni:

  • – Il virus esiste (non è possibile essere negazionisti) in quanto ci sono stati 2,3 milioni di casi (su 28,1 milioni di tamponi però, che fa l’8%).
    – Il 96% dei contagiati guarisce (cioè quasi tutti).
    – Gl 3% che muore è tutto in fasce di età maggiori di 60 anni (e per l’85% oltre i 70 anni).
    – Gli over 70enni andrebbero vaccinati prima possibile (e già 1 milione di dosi è arrivata in Italia), ma sono coloro che sono già usciti dal mondo lavorativo in quanto pensionati.
    – I nostri governanti hanno imprigionato 60 milioni di italiani per 11 mesi per curare (male) 80.000 persone decedute, tutte o quasi ahimé anziane e già malate, che il nostro Stato non è stato capace di curare. Non sono stati capaci di curarli perchè la Spesa Pubblica Sanitaria è stata decimata nei decenni passati, e il Sistema Sanitario Nazionale è stato colto impreparato 11 mesi fa dalla epidemia. Ma ciò è successo appunto 11 mesi fa: cosa hanno fatto i nostri governanti in 11 mesi per porre rimedio a questa impreparazione del SSN ? Niente, o quasi (però si permettono quotidianamente di attribuire colpe al popolo, che ha fino ad ora pazientemente fatto quanto deciso dai governanti stessi).

Le responsabilità dei nostri governanti sono chiare. Hanno devastato una intera economia, distrutto il tessuto sociale e portato alla depressione psicologica 60 milioni di lavoratori e studenti, il tutto perchè non sono stati capaci (loro, non noi cittadini per giunta colpevolizzati) di mettere in pratica una attività di problem solving, che nelle aziende private è richiesta anche agli stagisti appena assunti.

A questo punto basta fasce, restrizioni, ristori, coprifuoco e altre misure inutili. Focus sui 70enni, per vaccinarli e curarli (secondo la loro volontà peraltro, ndr), e libertà per tutti gli altri. Concludo ricordando a noi tutti che la libertà individuale è qualcosa che viene tutelato (o dovrebbe esserlo) dalla Carta Europea dei diritti del cittadino, dalla Costituzione Italiana e dal Codice Penale. Quindi tutti i DPCM e DL emanati non sono in linea con le leggi fondamentali.

Cittadini Italiani, chi vuole si vaccini (è un suo diritto), ma chi vuole vivere e lavorare anche ha diritto di farlo. Fatevi sentire in ogni modo possibile (con civiltà e senza violenza). Ma fatevi sentire, stanno calpestando ininterrottamente da 11 mesi, e senza averne diritto costituzionale e ragione di reale emergenza sanitaria, i vostri diritti umani, i vostri redditi e patrimoni familiari (prosciugati da 11 mesi di crisi decisa da loro) e la vostra storia fatta di libertà. Fatevi sentire!

Consiglio in primis di non vedere più i TG e non comprare giornali, così velocemente il calo di audience e di acquisto di quotidiani saranno notati dagli analisti ed evidenziati ai nostri cari politici. E capiranno che la gente sta capendo. Se vi servono informazioni c’è internet, fino a quando l’informazione pubblica tornerà imparziale e corretta.

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!
Rubriche CronacheVere