DAGLI 11 MILIONI PER BANKSY “ALL’ANGELINO”, LA “CRYPTOVALUTA” GENOVESE

di PAOLO L. BERNARDINI Ogni tanto leggo il maggior quotidiano della mia città, “Il Secolo XIX”, una volta servitore zelante della Genova tutta rossa come un peperone (marcio), ora, che i tempi sono cambiati, sia in Regione sia in Comune, foglio un pochino meno schiavo di camalli (adesso meccanizzati), sindacati, sinistri potentati, compagnie uniche, e compagnia bella (tanto da ospitare occasionalmente liberali più o meno veraci, e magari anche stoccatine al “reddito di cittadinanza” e ad altre mostruosità). Lo leggo naturalmente quando nella Superba patria mia ingrata con tutta la mia superbia mi reco, nella speranza che non crollino ponti e non esondino fiumi. In genere, non succede. Ebbene, dal numero del glorioso quotidiano cittadino che reca la data del 5 0tt0bre 2019, riassumo due interessanti notizie. Una reperibile in tutto il mondo, per la verità, data la sua portata, una invece molto ristretta e significativa, almeno, per la mia cara Liguria, ma, a ben vedere, interessante per l’universo intero. Ora, la prima notizia è…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere