DOVE I CITTADINI SONO PASSIVI, I GOVERNANTI LI DIRIGONO COME MARIONETTE

di ENZO TRENTIN Già in passato ci siamo occupati di «Initiative für mehr Demokratie – Iniziativa per più democrazia», che in questi giorni ha festeggiato i suoi venti anni dalla fondazione. Nel 1995, infatti, furono 4-5 cittadini di Bolzano ad attivarsi perché sconcertati dal fatto che i Comuni si erano dati degli Statuti senza che la cittadinanza vi avesse avuto voce in capitolo. Cittadinanza che anzi era stata lasciata all’oscuro di tutto. Il sodalizio si è così sempre preoccupato di pungolare i partiti politici per introdurre nelle istituzioni strumenti di democrazia diretta. In questi due decenni di lavoro alcuni risultati sono stati ottenuti considerando che più Comuni della provincia alto atesina hanno eliminato dai loro Statuti il ridicolo referendum consultivo. Singoli Comuni hanno anche abbassato o addirittura cancellato il quorum, e laddove c’è esiste il vincolo per tutti i Comuni a non superare il quorum del 25%. Quorum che comunque è sconosciuto nei paesi più democratici del nostro, mentre permane in alcuni Stati che furono…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Palazzacci