ECCO I 10 SPORCHI SEGRETI CHE ALIMENTANO LE BUGIE SOCIALISTE

di THOMAS DiLORENZO Le famiglie dei ragazzi in età universitaria si stanno finalmente rendendo conto della truffa marxista insita nel politicamente corretto. Grida e accuse di “insensibilità” si alzano ogni volta che un oratore conservatore o libertario appare da qualche parte nei pressi di un campus universitario; si allestiscono “stanze rifugio” dotate di Pongo, musica soft, e video di cuccioli che giocano; vengono rivolte infinite accuse di “razzismo / sessismo / omofobia” a chiunque nel campus non sia di sinistra; qualsiasi idea non marxista è oggetto di censura; e gli episodi volgari, ignoranti, pornografici, e tristemente famosi di “studenti” che urlano e piangono contro gli oratori conservatori nel campus, hanno rivelato il vero scopo della correttezza politica. Non si tratta di combattere il razzismo, il sessismo, e via dicendo: si tratta di censurare le idee di libertà. Gli studenti universitari di oggi sono stati – e vengono – addestrati a diventare degli intolleranti, teppisti comunisti, dalla mentalità totalitaria. Il tutto per soli cinquantamila dollari all’anno…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Rubriche ControPotere