ECCO IL 50° SEGNALE DELLA RIPRESA: 4 BELLUNESI SU 10 VOGLIONO EMIGRARE

valigia cartonedi LUIGI CORTINOVIS

In attesa degli investitori alle frontiere con la valigie piene di soldi da investire in Italia, registriamo che continuano ad aumentare gli italiani che se ne vogliono andare dal “Belpaese”. E non sono solo cervelli in fuga o migranti vecchio stile provenienti da zone depresse. A puntare all’estero ci sono anche i bellunesi, ad esempio.

Riporta la stampa locale: “Più di 4 giovani bellunesi ogni 10 vogliono scappare, abbandonare la loro terra, anche se ne sono innamorati, perché non trovano lavoro e, soprattutto, i trasporti sono un disastro. E’ quanto emerge dall’interessante progetto “Giovani e montagna: quale lavoro” (Jugend, Berge und Arbeit) che ha dato come risultato un’indagine corposa svolta dal Gal Alto Bellunese e dalla Fondazione Angelini nell’Altobellunese (Cadore, Ampezzano, Agordino), in collaborazione con i partner Kammer für Arbeiter und Angestellte für Tirol per l’Osttirol e Bezirksgemeinschaft PustertalComunità Comprensoriale Val Pusteria”.

Gli intervistati credono che l’autogoverno della provincia potrebbe rappresentare una svolta anche per loro. Ma dopo vent’anni di promesse e finché i veneti saranno solo mucche da mungere, con la complicità dei veneti stessi peraltro, a quei 4 e passa di cui sopra non resta che cercare un biglietto di sola andata.

Print Friendly, PDF & Email
Rubriche TITALIC: la Ripresa c'è!