HONG KONG NON DORME, ALTRE MIGLIAIA DI MANIFESTANTI: 11 ARRESTI

di MARIETTO CERNEAZ Nonostante siano maggioranza schiacciante, gli hongkonghesi indipendentisti non dormono sugli allori. Oggi, è stata un’alytra domenica di mobilitazione, su iniziativa del Civil Human Rights Front, il gruppo che nei mesi scorsi è riuscito a coinvolgere fino a due milioni di persone nelle marce anti-governative e pro-democrazia. Per la prima volta da metà agosto, l’associazione ha ottenuto dalla polizia il via libera all’iniziativa, iniziata alle 12:00 locali. E per le strade erano decine di migliaia di persone. Durante un’operazione prima del corteo pro-democrazia, però, la polizia ha arrestato 11 persone e sequestrato una pistola. Trovati anche 105 colpi, due giubbotti antiproiettile, coltelli, spade, manganelli e spray urticanti in diversi locali nel centro della città. Durante la manifestazione, quindi, la polizia ha minacciato “azioni necessarie” se la folla non si disperderà. Non è mancato lo scambio di insulti tra la polizia in assetto antisommossa e manifestanti a Des Voeux Road Central, snodo viario strategico nel cuore di Hong Kong. La marcia moltitudinaria di oggi,…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo