I LEADER INDIPENDENTISTI VENETI APPAIONO COME DEI LEGHISTI FALLITI

di ALESSANDRO MORANDINI Alla fine degli anni 90 la Lega Nord testimoniava che in Veneto milioni di persone desideravano l’indipendenza. Un desiderio così profondo non cambia facilmente: è il desiderio di libertà dallo stato italiano. Chi pensa che gli scarsi successi degli indipendentisti di oggi dipendano da una scarsa propensione del popolo veneto a far proprio il desiderio di indipendenza sbaglia. Individuare gli errori che gli indipendentisti hanno commesso dopo che la Lega Nord ha cambiato obiettivo è ciò che dovrebbero fare gli indipendentisti di oggi: ma a nessuno fa piacere ammettere di avere sbagliato. Però fino a quando non si ammettono gli errori, gli errori continuano ad essere commessi. Di errori, nel corso del tempo, ne sono stati fatti tanti; ce n’è uno, però, che bisogna prendere più seriamente in considerazione, perché dalla mancata cognizione di esso dipende l’incapacità dell’indipendentismo di diventare un soggetto autorevole e riconosciuto proprio da quei milioni di Veneti che desideravano ed ancora desiderano l’indipendenza. L’errore consiste nel ritenere che…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero