I SUSSIDI NON CREANO LAVORO, SPOSTANO SOLO RISORSE DA UN SETTORE AD UN ALTRO

di BRIAN CHAMBERLAIN  Ovunque siate nel mondo e qualunque sia il sussidio promosso o difeso potete stare certi che l’occupazione che esso favorirebbe sarà una delle principali ragioni invocate in sua difesa. Conosco questi argomenti molto bene poiché ne fui vittima io stesso in Nuova Zelanda molti anni fa. Gli agricoltori non sono gli unici colpevoli quando si tratta di fare questo tipo di ragionamenti. L’industria neozelandese di assemblaggio di motoveicoli è un esempio classico. Le auto nuove in questo paese erano fra le più costose al mondo. Questo succedeva perché per molti anni abbiamo avuto procedure amministrative che limitavano l’importazione ai soli componenti auto, cosicché l’assemblaggio veniva fatto direttamente in Nuova Zelanda. Gli incentivi sono un pessimo esempio storico se si guarda alla conservazione dell’occupazione rurale. Come già detto, in Canada e Danimarca misure di sostegno dell’offerta e forti protezioni sono tenacemente difese perché si ritiene incoraggino la conservazione delle aziende familiari anche se il numero di agricoltori si è ridotto drasticamente da quando…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere