I VENETI DELUSI DALL’INDIPENDENTISMO CONOSCONO LO STATO ITALIANO

di ALESSANDRO MORANDINI La sindrome del fratello minore colpisce soprattutto i politici. Essi non di rado pensano che gli altri (il popolo che si occupa solo marginalmente di politica) siano meno razionali. A ben guardare l’apparente contraddizione tra diffusione del desiderio di indipendenza e scarso impegno nell’indipendentismo da parte dei Veneti, testimonia una profonda consapevolezza circa la natura dello stato italiano, che nelle rivelatrici chiacchiere da osteria si manifesta così: “Lo stato italiano non ci darà mai l’indipendenza”. Quel “ci darà” e quel “mai” non sono, come alcuni gagliardi indipendentisti pensano, ammissioni di debolezza; sono invece espressioni della consapevolezza di che cosa è lo stato-nazione Italia. “Non ci darà mai l’indipendenza” significa sapere che, per ottenerla, bisogna combattere una dura battaglia, nella quale il ruolo della rappresentanza parlamentare (nelle istituzioni regionali) non può che essere subalterno a quello della battaglia nella società; ed i risultati di ogni trattativa saranno conseguenti al tenore della lotta che gli indipendentisti dimostrano di poter condurre. Oggi chi dice “lo…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero