IL DECALOGO DEL PERFETTO IDIOTA NEOMARXISTA

di LEONARDO FACCO Come ha scritto Pedro Fernández Barbadillo, il progressista “è una persona ammorbata da un insopportabile complesso di superiorità”, facilmente riconoscibile dal giornale che porta sotto il braccio e dalla spocchia con cui si fregia. Senza dubbio, quella di Barbadillo è una versione un po’ obsoleta per descrivere il neomarxista. Per questa ragione, un decalogo aggiornato di chi sia un progressista, ce lo fornisce Gloria Álvarez, la giovane politiloga guatemalteca, da sempre in prima linea nel rispondere, tono su tono, all’alterigia dei nipotini di Stalin. Ecco, a seguire, quel che dovete sapere di un progressista: 1-Al progressista non serve leggere e studiare, lui ha sempre ragione. È convinto di avere la verità infusa, è convinto di avere un’innata superiorità morale. Quando qualcuno fa notare loro che stanno dicendo solo corbellerie, immediatamente trovano il modo di incolpare i media, che sarebbero al servizio dei poteri economici capitalisti, dimenticando che la stragrande maggioranza dei media è pervasa da pseudo-giornalisti marxisti. Quindi, il progressista non fa altro…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche ControPotere