INCHIESTA SULLA TIRANNIA CINESE: RICONOSCIMENTO FACCIALE E “SOCIAL CREDIT”

di ARTURO DOILO Commemorando il duecentesimo anno della nascita di Marx, il presidente cinese, a vita, ha detto parole che nessun giornale ha riportato. Dal suo discorso commemorativo, Xi Jinping, anche segretario generale del Comitato centrale del Partito comunista cinese e presidente della Commissione militare centrale, durante una conferenza del 4 maggio 2018 ha dichiarato: “Due secoli dopo, nonostante gli enormi e profondi cambiamenti nella società umana, il nome di Karl Marx è ancora rispettato in tutto il mondo e la sua teoria brilla ancora con la luce brillante della verità”. Aggiungendo: “E’ stato l’insegnante della rivoluzione per il proletariato e per i lavoratori di tutto il mondo, il principale fondatore del marxismo, creatore dei partiti marxisti, un esploratore del comunismo internazionale e il più grande pensatore dei tempi moderni! In vero, come ha scritto Matteo Corsini, non bisogna mai dimenticare che la Cina “è un classico esempio di economia keynesiana, con un sistema finanziario precario, dove la vera bolla non è ancora scoppiata, e…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere