INGLESI AL VOTO ANTICIPATO L’8 GIUGNO. SULLA BREXIT NESSUN DIETROFRONT

Theresa May

di REDAZIONE

Lei non è stata eletta premier, ha sostituito Cameron. Quindi? L’8 giugno il Regno Unito andrà al voto per elezioni politiche anticipate. Lo ha annunciato la premier Theresa May in una dichiarazione da Downing Street. May ha deciso di convocare elezioni anticipate “per garantire certezza e stabilità negli anni a venire”. Ha affermato, inoltre: “Abbiamo necessità di queste elezioni adesso per assicurare una leadership forte e stabile di cui il Paese ha bisogno” dopo la Brexit, che venne votata nel giugno di un anno fa, ha spiegato la May, secondo la quale “ogni voto per i conservatori rafforzerà la posizione del Regno Unito nei negoziati” con Bruxelles sull’uscita del Paese dall’Unione europea.

“Abbiamo bisogno di elezioni generali”, ha aggiunto la premier, denunciando l’atteggiamento dell’opposizione, che altrimenti “continuerà i suoi giochi politici”. “Mentre il Paese si sta unendo, Westminster non lo sta facendo”, ha sottolineato May, ammettendo di essere arrivata “con riluttanza” alla decisione di convocare il voto anticipato, che finora aveva sempre escluso, prevedendo una fine della legislatura al 2020.

“La sceltaha scandito ancoraè tra una leadership forte e stabile nell’interesse nazionale con Theresa May e i conservatori o una coalizione di governo debole e instabile guidata da Jeremy Corbyn”, leader dei laburisti.

Rubriche FuoriDalMondo