LA CINA RIBADISCE: SE TAIWAN SECEDE SCHIEREREMO L’ESERCITO

di MARIETTO CERNEAZ

Sono ai ferri corti da tempo, si sa, ma il regime cinese ha nuovamente lanciato un avvertimento ai suoi vicini di casa”.

Nella Conferenza stampa ordinaria dell’Ufficio per gli Affari di Taiwan del Consiglio di Stato cinese, tenutasi mercoledì 12 giugno, il portavoce An Fengshan ha sottolineato che la Cina salvaguarderà con fermezza la sovranità nazionale e l’integrità territoriale e non tollererà eventuali tentativi di secessione da parte dei separatisti che rivendicano l’ “indipendenza” di Taiwan.

Giorni fa, il consigliere di Stato e ministro della Difesa Wei Fenghe ha affermato che se qualcuno osasse separare Taiwan dalla Cina, l’esercito cinese non esiterebbe a combattere e sarebbe pronto a pagare qualunque costo pur di salvaguardare l’unità della madrepatria. Al riguardo, An Fengshan ha detto che il discorso del generale Wei Fenghe esprime la posizione di Beijing riguardo la determinazione cinese a salvaguardare l’unità del Paese.

Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo