LA SOVRANITÀ DELL’INDIVIDUO È CALPESTATA DAI FALSI ANARCHICI

di WENDY MC ELROY Commentando le varie contestazioni ai tanti summit del WTO e dintorni, l’Economist si chiedeva perchè tra tanti “anarchici” non ci fosse neanche un vero anarchico. In realtà ve ne erano, ma gli unici che hanno attirato l’attenzione sono stati quelli che fanno una pessima pubblicità all’obiettivo dell’abbattimento dello Stato. Salon, quasi unico tra i media, scrisse più accuratamente che “la maggior parte dei giornalisti ha etichettato i rivoltosi semplicemente come anarchici, dimenticandosi che molti tra i resistenti pacifici si consideravano pure anarchici”. E’ chiaro che occorre qualche definizione. I sedicenti anarchici che procedettero “all’azione diretta contro il cuore del consumismo” (traduzione: distruzione di vetrine e saccheggio) erano anarchici di sinistra. Essi attaccavano un’astrazione – il libero mercato – distruggendo le specifiche proprietà dei negozianti. I proprietari erano “colpevoli” per il solo fatto di essere proprietari. Questo non è l’anarchismo americano. L’individualismo anarchico, come filosofia politica autoctona, si opponeva rigorosamente ad ogni attacco alle persone e alle proprietà degli individui. La filosofia…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero