domenica, Maggio 19, 2024
20.5 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

L’ordine dei giornalisti nemico della libera informazione

Da leggere

DI REDAZIONE

Un giornalista viene messo sotto inchiesta disciplinare perché intervista un tizio che si veste come Mussolini. Normale? Giusto?

L’Ordine dei giornalisti ed il sindacato unico sono un cancro per la libera informazione.

Clicca sulla freccia ed ascolta il perché

https://www.spreaker.com/user/bordelloitalia/del-fascismo-e-dellordine-dei-giornalist

Correlati

1 COMMENT

  1. La colpa e’ sempre dei protagonisti e cioe’ dei giornalisti iscritti in questo caso.
    Successe anche con una mia ASSO che visto l’andazzo l’ho abbandonata.
    Funziona ancora ma almeno non pago inutilmente e magari contro il mio interesse.
    Come fecero l’italia nacquero le famigliuole professioniste.
    L’andazzo e’ tipico del sistema mafioso. Certo, non sono mica criminali gli associati in queste famiglie, ma se sei iscritto puoi o non puoi… cosa mai vorra’ dire..?
    Da dentro NON si cambia per cui o subire o crearne uno di nuovo.
    Io ho fatto su un sindacato (NOS = nuova organizzazione sindacale) per andare contro ai sindacati italiani che non avevano mai una legge contro ma solo a favore.
    Poi se eri firmatario dei contratti bene (ma non ti facevano mai firmare per cui eri fuori) altrimenti davvero non avevi diritti sindacali perche’ non riconosciuto.
    La mafia funziona peggio o meglio..?
    Sta A CHI SUBISCE il dovere di REAGIRE a queste ed altre ingiustizie.
    Purtroppo e’ piu’ comodo subire e cosi’ non fare nulla.
    Perfino, ma non poteva essere diversamente, la stampa locale era sotto il loro dominio… intendo della banda dei quattro: tre moschettieri e D’Artagnan.
    Se la facevano e se la godevano…
    Chiesi un angolo nella bacheca aziendale e non mi fu concesso, vedi art.21… della carta piu’ schifosa del mondo…
    Nessuno si lamento’ ed io ricorsi a un altro sistema, mi mettevo nel taschino un pizzino con una frase telegrafica ma significativa… cosi’ avevo la mia bacheca. Il foglio sporgeva e dava modo di leggere il contenuto.
    Bisogna immaginare che siamo sotto una DITTATURA DEMOKRATIKA.
    Il potere usa tutti i mezzi a lui consoni.
    Ma dicono che siamo in democrazia e che governa il popolo… campa cavallo…
    Buona rivoluzione… non serve altro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti