martedì, Aprile 16, 2024
16.7 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Napolitano va in polonia a tifare italia, ma paghi tu

Da leggere

di CARLO MELINA

Costerà meno di quella del Papa a Milano, ma non produrrà alcun introito (la visita di Ratzinger ha fruttato 57 milioni di euro), né gioverà all’anima di calciatori irrimediabilmente corrotti o di uno stato sulla strada del fallimento. Salvo imprevisti, il viaggio a Danzica di Napolitano e allegro seguito, per assistere alla sfida Italia-Spagna del 10 giugno, si farà. E lo pagherai tu. Con le tue tasse. Scusa se mi permetto di ricordarlo.

Di ricordare che, mentre il presidente abbraccerà Prandelli, magari tirandogli l’orecchio per quell’uscita disinvolta sull’ipotetico ritiro dalla competizione – suvvia mister, se gli leviamo la nazionale, quale altra occasione avremo di far sentire italiani i cari sudditi? -, tu, fatti i conti, ti appresterai a ribadire la tua appartenenza allo Stato che il vecchio compagno rappresenta: mica alzando la costituzione o decantando i valori della resistenza! Semplicemente pagando per il suo mantenimento.

Che vuol dire per la parata militare del 2 giugno, dove non c’era nessuno, se non dei figuranti, ammassati davanti al palco centrale per agevolare le inquadrature dei cameraman Rai (paghi tu anche quelli), per i viaggi di Napolitano, per le tende degli emiliani e per gli alberghi dei calciatori che tu sosterrai con la Peroni nella destra, salvo impresti, come si diceva.

Imprevisti che in questi tempi cupi si rincorrono con puntualità e rischiano, specie quello di ieri, di far saltare i viaggi di Napolitano (tranquillo, tu le tasse le pagherai comunque). Fonte Ragioneria centrale dello Stato: tutto ok per i biglietti in tribuna d’onore, ma mancano i soldi. 3,4 miliardi di euro, per esser chiari. Soldi che dovevano arrivare in cassa nei primi 4 mesi del 2012 e invece non ci sono. Colpa dell’evasione?

Per una volta, timidamente, qualcuno dalla Corte dei Conti azzarda un’altra ipotesi: “troppe tasse”. E, ovviamente, troppa spesa, anche se non si può dire. Perché sarebbe uguale a dire “troppo stato”.  Quindi silenzio. E avanti, come da programma. Programma che, per Napolitano, dopo una gita in Veneto e una passerella a Modena, dove c’è più bisogno di consolazione che nello spogliatoio di Prandelli, prevede la trasferta pallonara a Danzica. Programma sul quale non puoi mettere bocca, salvo pagare il conto.

Ricordatelo quando starai per ribadire la tua adesione allo Stato. Quando, con la Peroni nella destra e il tricolore appeso fuori, attraverso la televisione potrai scorgere il tuo presidente e il suo corredo di fan mentre si alzano in piedi per cantare l’inno di Mameli. E mi raccomando, non fischiare: non si sputa nel piatto dove mangiano gli altri. Anzi, canta anche tu.

Correlati

8 COMMENTS

  1. non so perchè !! ma sogno ogni notte come in un thriller :
    una fronte di capra pelata, con un medaglia rossa in centro. Il buco di un proiettile di un killer professionista.
    Dite che ho gli incubi ?

  2. Mi sono personalmente rotto il cazzo di farmi prendere per il culo da voi camerieri, dite ai vostri ‘primari del bilderberg’ che state rischiando voi qui non loro, e una volta fuori voi ce la vedremo anche con loro…l’Italia non si svende con nessuno, al massimo muore combattendo

  3. Voi state giocando con il fuoco signori… e se vi piace l’inferno vi ci posso portare di persona…. questo spreco di soldi di fronte alla povertà mi fa gelare il sangue e salire adrenalina nelle vene..rendetevi conto cosa state rischiando…vorrei che fossimo tutti uniti noi italiani invece di dividerci tra di noi…tutti uniti contro lo stato. Cambiamo metodo signori italiani, questa testa bassa è da perdenti…

  4. SE L’ITAGLIA PERDERA’ IL TITOLO PROBABILMENTE,

    GLI ITALIOTI SARANNO COSI’ INCAZZATI CHE ODIERANNO CHI LI RAPPRESENTA, NELLO SPORT, (SE SI PUO’ CHIAMARE ANCORA COSI’).

    ALLORA MI CHIEDO, DOPO 60NTANNI DI BECERA E SCHIFOSA POLITICA ITALIOTA RITARDATA E IN SPECIALMODO QUELLA CHE NELL’ULTIMO VENTENNIO CI HA PORTATO A QUESTI LIVELLI,

    MI CHIEDO! PERCHE’ ANCORA CI / VI OSTINATE ITAGLIANI A SOSTENERE QUESTI ESSERI IPOCRITI ORMAI RISSAPUTI COME FALSI E FALLIMENTARI SE PUR CONTINUANDO A SUBIRE CHINANDO ANCORA E SEMPRE LA SCHIENA?

    NON E’ GIUNTA L’ORA DI TIRARE FUORI LE PALLE PER TOGLIERE ANCHE IL DIRITTO DI RESPIRARE A QUESTI AVOLTOI ESTIRPATORI DELLA DIGNITA’ UMANA?

    VIVA SAN MARCO PER L’AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI.

  5. Se questi Politici avessero un pò di dignità queste cose come altre non accadrebbero .Qesto significa ,con tutti i soldi che guadagnano, rubare alle famiglie che non arrivano a fine mese.

  6. Napolitano si rintana sempre di più nelle strutture storiche d’Italia, lo faceva anche Fazio nell’ultimo periodo alla banca d’italia, girava qua e la per biblioteche e monasteri…. è un’Italia spaccata nettamente tra chi è giustificato a pigliarsi lo stipendio perchè svolge una funzione pubblica (non foss’altro che questo significasse spostare le sedie a Palazzo in modo autorizzato) e coloro che lo stipendio se lo sognano e spesso sono indotti al suicidio per mancanza di risorse per andare avanti la propria azienda…Nella vita bisogna far parte della squadra che soggioga non di quella soggiogata, è il motto del signore che siede sul trono di capo dello stato italiota in questo momento! C’è una sola frase che circola per il Paese: “non mi sento rappresentato” e ovviamente presto seguirà “chi sono questi attori di teatro strapagati per fare le comparasate alle parate e nei palazzi?”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti